SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Eccomi qui, sono il 3 dicembre

“Sono il portavoce della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità e, per questo, nel mondo, lancio frecce dappertutto. Le frecce che oggi mi appresto a scagliare vanno nella direzione di un approccio politico che rischia di sfociare nella promozione dell’assistenzialismo”

28 novembre 2022

ROMA - Toc-toc! Permesso, scusate la mia intrusione, mi presento, sono il 3 dicembre e, come ogni anno, sono arrivato in mezzo a voi. So che stavate aspettando con ansia il 25 ma manca ancora un po’ di tempo, per cui ne ho approfittato. Alcuni di voi, sono piuttosto sicuro, mi conoscono già, ma forse non tutti sanno qual è davvero la storia del mio giorno. Sono nato all’inizio di un mese freddo e colorato, in prossimità del Natale, un giorno importante, un giorno di festa. Il mio segno zodiacale è il Sagittario e, proprio come lui, mi piace scagliare delle frecce. So prendere bene la mira e di solito non manco mai di centrare il bersaglio. Sono ottimista di natura, anche davanti alle difficoltà più impegnative non mi arrendo, guardo quello che di positivo c’è dentro e cerco di trasformarle in risorsa. Che volete, sono fatto così.

Stare in mezzo agli altri è la mia dimensione preferita e le frecce che scaglio vanno spesso a finire negli spazi dove le persone abitano, crescono, curano, discutono, vanno a colpire la politica, la cultura, la vita sociale, il benessere. Io, 3 dicembre, sono il portavoce della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità  e, per questo, nel mondo, lancio frecce dappertutto. La mia tecnica è mista, a volte uso le parole, con articoli, convegni, incontri, altre le immagini, con campagne, video, mostre fotografiche, altre volte ancora occasioni per riunirsi tutti insieme e festeggiare. Eh sì, perché, anche se sono una giornata impegnativa non sono mica triste. Ci sono tanti modi per combattere e far valere i propri diritti, sapete?

La cosa importante è riconoscere che il mio compito è essenziale, che le mie frecce, anche se a volte pizzicano, devono aprire spiragli e cambiamenti. Rappresentare la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità è per me un grande onore e una grande responsabilità. Le giornate come la mia servono infatti per focalizzare l’attenzione, rendere visibili e condivisi i bisogni di tutte e tutti, soprattutto quelli di chi fa ancora fatica, in certi contesti, a far sentire la propria voce. La Giornata Internazionale delle Persone con disabilità ci offre anche l’occasione per trarre le fila, per visualizzare lo stato dei fatti e guardare al futuro.

Le frecce che oggi mi appresto a scagliare vanno nella direzione di un approccio politico che rischia di sfociare nella promozione dell’assistenzialismo, in un’immagine pietistica della disabilità, nella chiusura di un recinto fatto di contesti deputati, senza commistione con la realtà. Le persone con disabilità, l’ho imparato in tanti anni di lotte e lavoro sui diritti, non hanno bisogno di risorse economiche, seppur necessarie, hanno soprattutto bisogno di esserci, di vivere la vita di tutti e di essere riconosciute in quanto individui con esigenze equivalenti al resto della popolazione. Diritto allo studio, a un lavoro, al divertimento, alla sessualità (di qualsiasi tipo), alla casa, a una famiglia (se desiderata), alle vacanze...Non sono cose straordinarie quelle su cui vogliamo puntare l’attenzione, sono cose semplici, per questo sono così difficili da accettare. La mia freccia quest’anno la scaglio quindi con la speranza che si trasformi in un fuoco d’artificio, che le voci delle persone con disabilità che si muoveranno in questa giornata smuovano le opinioni e portino davvero al centro l’inclusione. E ora, che dire, spero di essermi presentato per bene. Adesso non ci resta che brindare, perché anche io, 3 dicembre, proprio come il Natale, sono una giornata di aggregazione e di festa, non dimenticatelo.

Buon 3 dicembre a tutti!

Scrivete a claudio@accaparlante.it e seguitemi sui mie profili Facebook e Instagram.

di Claudio Imprudente

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati