SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Un film sull’autismo in Ucraina tra i premiati al Festival dei Tulipani di Seta Nera

Il documentario “AU” di Olga Kalchugina ha vinto come miglior montaggio. Sempre in tema disabilità, i riconoscimenti sono andati anche a “Io la sedia me la porto da casa” (sulla poliomielite) e “Dadalove” (sulla sindrome di Down)

11 maggio 2022

ROMA – È un documentario sull’autismo in Ucraina prima del conflitto, “AU” di Olga Kalchugina,  ad aver vinto il premio come miglior montaggio al Festival internazionale della cinematografia sociale Tulipani di Seta Nera di Roma, conclusosi l’8 maggio. I protagonisti della pellicola sono due famiglie ucraine con figli autistici, una abita a Kiev e l’altra vive a Roma: ci sono due madri, Olga e Svetlana, e ci sono due giovani, Tima e Daniele. Entrambi frequentano le scuole ordinarie. Il primo scrive sceneggiature per cartoni animati e film, il secondo compone e canta musica rap e ha realizzato diversi videoclip.

Fino al 2014, i disturbi dello spettro autistico non erano riconosciuti nel Paese e molti bambini finivano in istituto, etichettati con un generico "ritardo mentale" o con una generica disabilità intellettiva come diagnosi. “In Ucraina l’inclusione è attiva solo da qualche anno e fortunatamente sta dando dei buoni risultati. Ma questo è solo l’inizio di un percorso lungo e complesso”, ha commentato la regista sul sito di Focale Filmica, che cura l’ufficio stampa del documentario. "Sette anni fa una coppia di miei cari amici ha avuto due gemelli, di cui uno con disturbo dello spettro autistico. I genitori sono stati redarguiti per la condotta del bambino e molti hanno criticato la sua educazione. La famiglia ha deciso così di emigrare per dare la possibilità a entrambi i loro figli di crescere e studiare alla pari".

Sempre in tema disabilità, il premio come migliore attrice è stato assegnato ex aequo a Ornella Lorenzano per la sua performance in “Io la sedia me la porto da casa” di Aurora Deiana, il cortometraggio sulla vita di Stefania Maiorano, malata di poliomielite, mentre il documentario “Dadalove” di Chiara Agnello sui Teatri Alchemici DaDaDaùn, una compagnia di Palermo in cui gli attori hanno tutti la sindrome di Down, si è aggiudicato il premio Sorriso di varietà. Per tutte le altre pellicole a tematica sociale vincitrici si rimanda alla pagina Facebook del Festival Tulipani di Seta Nera. (mt)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati