SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Turismo, la Regione Basilicata candida un progetto per l'accessibilità

La Regione Basilicata partecipa a un avviso pubblico ministeriale per la promozione del turismo accessibile con il progetto Open Basilicata - il turismo per tutti, della durata di 18 mesi. A disposizione per le Regioni con popolazione inferiore ai tre milioni di abitanti risorse per 1 milione e 200mila euro

17 aprile 2022

ROMA - La Regione Basilicata partecipa a un avviso pubblico ministeriale per la promozione del turismo accessibile con il progetto Open Basilicata - il turismo per tutti, della durata di 18 mesi. I fondi messi a disposizione dal governo per le Regioni con popolazione inferiore ai tre milioni di abitanti ammontano a 1 milione e 200mila euro. In caso di approvazione, la Regione interverrà con un cofinanziamento non inferiore al 10 percento, come previsto dal bando.

Il progetto, presentato da dipartimento Salute, Comune di Bernalda, Anffas Policoro Onlus, Domus Padri Trinitari, associazione 2HE ed ente nazionale sordi onlus Aps, mira a "consentire un pieno godimento delle risorse garantendo una totale accessibilità e una vera integrazione”. Il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi ha sottolineato come "l'accessibilità riguarda non solo aspetti strutturali e infrastrutturali ma anche i servizi offerti ai turisti”. L'intento è di "promuovere la qualità dell'accoglienza per tutti, ovvero incentivare un cambiamento culturale che generi profondi mutamenti dei modelli organizzativi e gestionali, prima ancora che strutturali e il progetto proposto si muove proprio in questa direzione", ha detto Bardi.

"Un tale progetto, ove approvato - ha spiegato l'assessora regionale alle Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra - stimolerà la formazione delle competenze necessarie, sia professionali che tecniche, a vantaggio della creazione di nuovi posti di lavoro, di un'utenza differenziata e di un'offerta fortemente inclusiva, intercettando le molteplici esigenze del mercato turistico": un "insieme integrato e coordinato di servizi, strutture e professionalità - ha aggiunto l'assessore alla Salute, Francesco Fanelli - che permettano a chiunque di effettuare tutte le attività relative all'esperienza turistica, senza ostacoli o discriminazioni di sorta".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati