SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


IncontrArti, musica e danza per guardare oltre la fragilità

Al via le attività di formazione del nuovo progetto Unitalsi rivolto a persone con disabilità e volontari. Lezioni di dance ability e musicoterapia: 19 incontri che termineranno il 23-24 aprile 2022 con un evento speciale

11 ottobre 2021

ROMA – Sono partite a Roma, sabato 9 ottobre, le attività di formazione di “IncontrArti”, un progetto che mira a far emergere giovani talenti nel campo dell’arte, della musica e della danza. L’iniziativa, promossa dall’Unitalsi e sostenuta dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, si ispira all'art. 30 della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità che riguarda la partecipazione alla vita culturale e ricreativa, agli svaghi ed allo sport.

I destinatari del progetto – si legge in una nota Unitalsi - sono persone disabili e giovani volontari, che affronteranno un percorso di formazione artistica curata da professionisti nell’ambito della musica e della danza. Lo scopo è facilitare e favorire comunicazione, relazione, apprendimento, motricità, espressività, organizzazione e altri aspetti, anche terapeutici, rilevanti al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, psicologiche, sociali e cognitive di ogni partecipante. Danza e musica saranno declinate in maniera specifica per le persone con disabilità.

Le prime giornate di formazione avranno inizio sabato 9 ottobre alle ore 14:00 con le lezioni di Dance Ability della durata di 4 ore e proseguiranno fino a domenica 10 ottobre con le attività di musicoterapia. I partecipanti saranno divisi in tre gruppi e la formazione si realizzerà in 19 incontri che termineranno il 23 e 24 aprile 2022 con un evento speciale.

“I ragazzi sono entusiasti e non vedono l’ora di iniziare questo nuovo e innovativo percorso formativo rivolto ai propri soci disabili - ha spiegato Cosimo Cilli, responsabile del settore progetti dell’associazione - incoraggiandoli non solo a sviluppare le loro abilità attraverso le attività che andranno a svolgere, ma anche a creare processi di socializzazione e di condivisione. I destinatari del progetto - ha sottolineato Cilli - sono, inoltre, i giovani volontari della nostra associazione che in sinergia con le persone disabili devono contribuire a rafforzare il processo di inclusione e diventare portatori della cultura del volontariato nei giovani non solo unitalsiani”.

L’obiettivo del progetto è quello di raggiungere le persone con disabilità che hanno poche possibilità di socializzare e incoraggiarli ad intraprendere un percorso che porti ad uscire dall’isolamento. I volontari che accompagneranno le persone con disabilità in questa esperienza si troveranno a loro volta ad affrontare un cambio di paradigma in cui la persona con disabilità offre un punto di vista diverso per vivere la vita.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati