SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Cuneo Bike Festival, quando la mobilità sostenibile diventa inclusiva

Dal 16 al 22 settembre, una settimana di eventi per parlare di bici, ambiente, inclusione. Tra le iniziative, l’incontro con il campione paralimpico Diego Colombari e tre giornate di test gratuiti di biciclette pensate per permettere anche a persone con disabilità di pedalare

7 settembre 2021

CUNEO – Una settimana di eventi per parlare di bici, mobilità sostenibile, inclusione sociale e cicloturismo. È il Cuneo Bike Festival, organizzato dal 16 al 22 settembre in occasione della Settimana europea della mobilità, iniziativa della Commissione europea quest’anno dedicata alla sicurezza e alla salute. La Città di Cuneo ospiterà 12 incontri con ospiti e testimonial di rilievo nazionale, tra cui il campione paralimpico Diego Colombari, che ha vinto la medaglia d’oro a Tokyo in staffetta. E poi, un’escursione in bicicletta, due laboratori di ciclomeccanica, un Bike to work e un Bike to school, tre giornate di test gratuiti di biciclette inclusive – pensate per permettere anche persone con disabilità di pedalare – e quattro open day per sport in bicicletta. 

“Cuneo Bike Festival è organizzato dal Comune per coinvolgere cittadine e cittadini attorno al tema della mobilità sostenibile e attiva – commenta il sindaco Federico Borgna –. Vogliamo valorizzare gli importanti benefici che la scelta della bicicletta come mezzo di trasporto può avere sulle singole persone così come sulla collettività, in termini di salute, qualità dell’aria e ambientale e di ritorno economico”. Sulla promozione della mobilità a due ruote l’amministrazione cuneese sta lavorando e ha investito molto, con l’obiettivo di rendere la città sempre più a misura di persona, mettendo al centro delle scelte di pianificazione la mobilità attiva, a piedi e in bici, e costruendo infrastrutture per permettere a sempre più persone di scegliere la bici come mezzo di trasporto in sicurezza e di vivere la città e il suo territorio con un turismo lento e rispettoso dell’ambiente. Alcuni esempi sono le zone 30, che stanno modificando la viabilità dei quartieri per dare sicurezza e priorità a chi si muove a piedi e in bici, riducendo la velocità dei veicoli a motori a 30km/h, le piste ciclabili cittadine e quelle che collegano le frazioni e i paesi limitrofi e l’incentivo economico per il “Bike to work” dato a oltre 400 cittadine e cittadini che hanno scelto la bicicletta per raggiungere il proprio luogo di lavoro.

Le danze si aprono martedì 7 settembre con l’anteprima insieme a Gilberto Simoni, ex ciclista professionista (appuntamento alle 18, presso Cinema Teatro Monviso). Nei giorni successivi, dal mondo sportivo ci sarà Giovanni Visconti (domenica 19 settembre, ore 21), ciclista professionista che condividerà la sua esperienza nel mondo del ciclismo e accompagnerà in un’escursione in bicicletta “Cuneo Pedala” adatta a tutti lungo l’itinerario cittadino proposto nell’e-book “Cuneo - Cicloturismo a misura di famiglie e pedalatori slow” elaborato da BikeItalia.it (domenica 19 settembre, ore 16). La guida sugli itinerari per pedalare nel cuneese verrà poi presentata con la presenza di Mario Calabresi (lunedì 20 settembre, ore 21). Importante esponente del mondo dell’adventure, l’ultracyclist romano Omar Di Felice (martedì 21 settembre, ore 21) racconterà il suo amore per la fatica e per il pedalare in ogni angolo del mondo. Spazio al cicloturismo e all’emancipazione femminile con Silvia Gottardi e Linda Ronzoni, le Cicliste per caso (giovedì 16 settembre, ore 21), autrici dell’omonimo libro e documentario che le ha viste pedalare in giro per l’Italia sulle tracce di Alfonsina Strada.

Si parlerà di ciclismo paralimpico con Diego Colombari (venerdì 17 settembre, ore 21), campione di Handbike della polisportiva Passo di Cuneo, di ritorno da Tokyo, e di ciclismo femminile con Erica Magnaldi e Claudia Cretti (mercoledì 22 settembre, ore 21). Filippo Cauz (giovedì 16 settembre, 18.30), del collettivo Bidon, farà ripercorrere sogni e strade di ciclisti in fuga; Mattia De Marchi (venerdì 17 settembre, ore 18.30) parlerà di gravel bike e dintorni. Una serata sarà dedicata anche al teatro con il monologo a impatto ambientale 0 “Mi abbatto e sono felice” (sabato 18 settembre, ore 21) con Daniele Ronco di Mulino ad Arte e una alle 101 ragioni per cui Martin Angioni va in bicicletta (martedì 21 settembre, ore 18.30).
Sabato 18 settembre, alle 10.30, e mercoledì 22 settembre, alle 17, si terranno due laboratori di ciclomeccanica rivolti a ragazzi e ragazze dai 6 anni e alle loro famiglie. Con la ripresa delle scuole e il ritorno in ufficio, il Comune di Cuneo in occasione del Festival invita a prendere la bicicletta con due appuntamenti, il “Bike to school” (giovedì 16 settembre), per pedalare insieme verso la propria scuola, per le scuole secondarie di primo grado del centro città e delle frazioni, e il “Bike to work”, una mattinata per promuovere il tragitto casa lavoro in bicicletta.

Ma bicicletta è anche sinonimo di inclusività, grazie ad Aspassobike, che venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 settembre allestirà punti di incontro e test gratuiti delle biciclette pensate per permettere anche persone con disabilità di pedalare, e dove grazie alla collaborazione con il Consorzio Socio-assistenziale del Cuneese utenti dei centri diurni e residenziali, e non solo, potranno sperimentare l’esperienza di andare in bicicletta. 

Domenica 19 settembre, inoltre, ci saranno le manifestazioni “CuneoViveLoSport” e “Sport city day” presso piazza Foro Boario e nelle giornate di giovedì, venerdì, sabato, lunedì dalle 18 sarà possibile partecipare agli open day delle squadre di ciclismo presso la Pista di ciclismo protetta all’interno del Parco fluviale Gesso e Stura.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati