SuperAbile







Sanremo, Ivan Cottini sul palco balla... con la sclerosi multipla

Il ballerino marchigiano e la danzatrice Maria Bernardi, dopo il successo a Ballando con le stelle, si esibiranno alla finalissima del Festival. "Sarò a Sanremo a mostrare che tutto è possibile se lo si vuole e che la mente non conosce disabilità"

7 febbraio 2020

ROMA - "Mi ritrovo in pieno vortice pre-Sanremo: qualcosa che è difficile immaginare!". Così Ivan Cottini, ballerino con la Sclerosi multipla e atteso ospite al festival di Sanremo, ci racconta i suo preparativi. "E' una settimana che non dormo per l'adrenalina che precede l'esibizione e per tutto il peso mediatico che ho sulle spalle. Sarà un ballo nuovo, molto tecnico: in quei due minuti non starò mai fermo. E andrò ben oltre il limite che avevo raggiunto a Ballando con le Stelle. A me ogni volta piace alzare di più l'asticella e dimostrare sempre più chiaramente che la mente non conosce disabilità": Ivan Cottini, marchigiano, ha 35 anni e "balla con la sclerosi multipla". Aveva 27 anni e una carriera ben avviata come fotomodello e ballerino, quando arrivo la diagnosi a far saltare tutti i suoi progetti. Dopo lo smarrimento, la disperazione per tutto quello che vedeva svanire, ha deciso di non lasciarsi scippare il futuro dalla malattia: è tornato sul palco e sabato si esibirà all'Ariston, ospite alla finalissima di Sanremo. Ballerà con Maria Bernardi, danzatrice e sua compagna di viaggio. E' stato il conduttore Amadeus a volerli, dopo aver visto un video di Ballando con le Stelle, trasmissione presentata da Milly Carlucci, in cui Cottini e Berardi si sono esibiti. Una serata in cui portare un solo messaggio: la diversità è bellezza ed è un valore aggiunto per la società.

E come dice Cottini: "Sarà una grande fatica per me essere sul quel palco perché la malattia sta progredendo e non mi dà tregua ma voglio essere lì ed accettare l'invito e sarò a Sanremo a mostrare che tutto è possibile se lo si vuole e che la mente non conosce disabilità". Per lui la danza è l'antidoto alla sua malattia, come ha dichiarato recentemente: "Quando ballo non mi sento malato ed è il mio modo di prendere la sclerosi multipla a calci. Io dopo che ho ballato sto bene di testa anche se fisicamente son dolorante. E se si sta bene di testa si vince su tutto, malattie comprese. È questo il mio grande segreto".

La danza e sua figlia Viola continuano ad essere la sua ragione di vita. Il messaggio che Ivan porta avanti ha aiutato e aiuta ogni giorno tantissime persone e tanti giovani che di fronte alla malattia si erano arresi, ma che con l'esempio di Ivan hanno cominciato a reagire!! Ivan è supportato da Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla, con la quale ha partecipato a molte serate di beneficenza e incontri nelle scuole, per sensibilizzare la persone e i giovani sulla SM ma anche per raccogliere fondi. Sua la donazione di pulmini alla sede provinciale di Aism - Pesaro nelle Marche. Per il suo impegno personale e sociale, Ivan Cottini è stato insignito col titolo di Cavaliere della Repubblica dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
 
La carriera di Ivan. Il duo Ivan Cottini-Bianca Maria Berardi nasce durante una serata di beneficenza nella quale si trovano entrambi a partecipare... Lei nel ruolo di danzatrice che deve coinvolgerlo, e lui persona con sclerosi multipla che ferma al centro del palco si lascia coinvolgere da quest'ultima. Di lì la voglia di Ivan di interagire con lei danzando, invece di stare fermo al centro del palco facendo il malato che deve arrendersi alla malattia! Scatta in lui quindi la voglia di reagire e di provare a danzare! Chiede a Bianca Maria Berardi di accettare la sfida di provare ad allenarlo, di creare con lui una coreografia nella quale lui possa vivere l'emozione di essere una persona normale! L'insegnante di danza e ballerina accetta e dopo diverse lezioni crea la prima coreografia sulle note del brano Il guerriero di Marco Mengoni! Il successo è immediato ed "Amici", trasmissione televisiva in onda su Canale 5, chiama il duo ad esibirsi all'interno della scuola, per far sì che i ragazzi possano toccare con mano cosa vuol dire non arrendersi e cosa vuol dire fare della danza una terapia! Nel giro di poco tempo partecipano a diverse trasmissioni televisive, sia Mediaset, (ancora "Amici", "Verissimo") che Rai (La Vita In Diretta, Detto Fatto), tra cui "Storie Italiane" con Eleonora Daniele, dove si esibiscono con pillole delle loro performance. Ma la più importante è sicuramente la partecipazione prima a Ballando On the Road e poi a "Ballando con le Stelle", in prima serata su Rai con Milly Carlucci, dove saranno ospiti d'onore della serata finale del programma.
 
La sclerosi multipla. Cronica, imprevedibile e invalidante, la sclerosi multipla è una delle più gravi malattie del sistema nervoso centrale. In Italia sono 122 mila le persone colpite, 3.400 nuovi casi ogni anno: una diagnosi ogni 3 ore. Il 50% delle persone con SM è giovane e non ha ancora 40 anni. La SM colpisce le donne due volte più degli uomini. La causa e la cura risolutiva non sono ancora state trovate ma grazie ai progressi compiuti dalla ricerca scientifica, esistono terapie e trattamenti in grado di rallentare il decorso della sclerosi multipla e di migliorare la qualità di vita delle persone.

Qui la storia di Ivan Cottini, nell'intervista rilasciata a SuperAbile Inail.

di Michela Trigari

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati