SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


“Zootropolis” per tutti: a Torino la proiezione completamente accessibile

Il 17 novembre, nell'ambito di “Cineautismo” a Biella, per la prima volta in Italia la resa accessibile totale del cartone, con la proiezione in Frendly autism screen, sottotitolata e audiodescritta. Iniziativa promossa da Angsa Biella, associazione Nuovo museo nazionale del Cinema e Domus

14 novembre 2018

TORINO – Chiude in bellezza, con un'anteprima nazionale, l'iniziativa “Cinemautismo – Il cinema si tinge di blu”, promossa presso il cinema Verdi di Candelo (BI) da Angsa Biella onlus, associazione Nuovo museo nazionale del Cinema e Domus Laetitiae: la serie di appuntamenti con il cinema accessibile, inaugurata lo scorso 15 ottobre, terminerà infatti il prossimo 17 novembre alle 15 con la proiezione, per la prima volta totalmente accessibile, del cartone “Zootropolis”. Sarà la prima volta che in Italia si propone la resa accessibile totale che prevede: proiezione in “Friendly autism screen”, con sottotitolazione e audiodescrizione.


Grazie allo specifico adattamento dell'ambiente delle sale cinematografiche, la proiezione in FSA (Friendly Autism Screen) potrà essere vissuta senza problemi da tutte le persone che presentano disturbi cognitivi. Tra gli accorgimenti, le luci in sala non del tutto spente, i suoni leggermente più bassi; la libertà di movimento durante la proiezione; la possibilità di portare cibo specifico da casa. Le proiezioni Friendly Autism Screening sono adatte a tutti i bambini perché consentono loro la visione del film in un ambiente libero e aperto, perfetto per i giovanissimi spettatori.
 
Per completare la resa accessibile, “Zootropolis” sarà sottotitolato per il pubblico non-udente e audio descritto per il pubblico non-vedente. La resa accessibile dà la possibilità di allargare l’offerta cinematografica al pubblico più variegato: persone con deficit sensoriali, cognitivi e intellettivi (DSA), la sottotitolazione facilita la comprensione e l’apprendimento dell’italiano. L’audio descrizione viene inserita all’interno delle pause non pertinenti tra le battute dialogiche. Consiste nella creazione di una traccia audio aggiuntiva che esplicita tutti gli elementi visivi a cui la persona ipovedente o non vedente non può avere accesso. L’audio descrizione si scarica prima dell’inizio della proiezione, da una app sui propri devices e verrà ascoltata attraverso le cuffie del proprio cellulare.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati