SuperAbile






In Tempo libero

Notizie


Udine, museo diocesano racconta le sue opere con i simboli della comunicazione aumentativa alternativa

“Raccontare per simboli: il Museo diocesano di Udine alla portata di tutti” è il nome del progetto. Ogni opera da oggi è corredata di una speciale scheda nel linguaggio dei simboli. A lavorare al progetto, assieme a docenti della Piergiorgio, 10 utenti del Csre Atena

29 maggio 2017

ROMA – “Raccontare per simboli: il Museo diocesano alla portata di tutti” è il nome progetto che ha visto insieme – in un percorso di due anni – Museo Diocesano e Gallerie del Tiepolo di Udine e Comunità Piergiorgio Onlus. Obiettivo, la realizzazione di schede che, grazie al sistema della Comunicazione aumentativa alternativa, rendono oggi accessibile il patrimonio delle statue lignee del museo, anche dal punto di vista della comunicazione, a un pubblico disabile. L’iniziativa è stata realizzata nell'ambito del corso di formazione della Comunità Piergiorgio “Cultura e territorio nello sviluppo turistico. Il turismo culturale in Friuli Venezia Giulia” e ha coinvolto 10 utenti del Centro Socio Riabilitativo Educativo Atena che, con il supporto di docenti ed educatori, hanno studiato le opere lignee custodite nel Museo, approfondendo anche aspetti particolari come lo studio delle essenze impiegate per la realizzazione delle sculture.
 
Il Museo diocesano di Udine è il primo in Italia a dotarsi di questo speciale strumento rendendosi così ancor più accessibile a tutti. Il progetto è stato presentato recentemente al Centro culturale Paolino D’Aquileia, a Udine in via Treppo 5/b, con istituzioni ed esperti della comunicazione alternativa e aumentativa. A conclusione dell’incontro sono stati consegnati i diplomi ai partecipanti al progetto.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati