SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


“Alti e altri orti sociali” arriva a Gorizia

Un progetto di Anffas Udine per contrastare l’isolamento sociale delle persone disabili, favorire la collaborazione fra enti senza scopo di lucro, ampliare la conoscenza del mondo del volontariato e sostenere l’agricoltura biologica

12 agosto 2022

GORIZIA – La terrà dà sempre buoni frutti: questa volta per contrastare l’isolamento delle persone con disabilità. E lo fa attraverso il progetto “Alti e altri orti sociali” di Gorizia: “alti” perché pensati per chi si muove in carrozzina e per le persone con disabilità visiva, “altri” perché l’Ater (Azienda territoriale per l’edilizia residenziale) ha già all’attivo alcuni spazi dedicati all’agricoltura urbana. L’iniziativa, voluta dall’Anffas di Udine in collaborazione con la Fish Friuli Venezia Giulia, l’associazione Amici dei traumatizzati cranici, Diritto di Parola, GeCo, Anfamiv, Grass-Aps, Apici, Uildm e Anffas Gorizia, ha beneficiato dell'appoggio della Regione, del Comune di Gorizia, dell'Ater e della Fondazione Carigo e prevede la creazione dei primi orti collettivi accessibili nell’area di via Merici.

“Il volontariato e? una risorsa preziosa e sempre piu? rara”, ha commentato il presidente della Fondazione Carigo Alberto Bergamin. “Le istituzioni, l’amministrazione e la politica devono restare unite nel sostegno di queste esperienze e confermare il valore assoluto della sussidiarietà”, ha aggiunto il vicegovernatore con delega alla Salute della Regione Friuli Venezia Giulia. Tra gli obiettivi dei promotori - oltre alla socializzazione, a favorire la collaborazione fra enti senza scopo di lucro, ampliare la conoscenza del mondo del volontariato e sostenere l’agricoltura biologica e sociale - c’è anche quello di allargare il progetto e portare questa esperienza a Udine. Perché coltivare le proprie verdure, e godere dei frutti del proprio lavoro, fa bene a tutti. Specialmente se non si usano pesticidi chimici.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati