SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Liguria, si allungano le liste d'attesa per la riabilitazione dei bambini con disabilità. Esposto

Un esposto alla Corte dei conti e un'interrogazione al Parlamento europeo firmata dal dem Brando Benifei per fare luce sulle spese della Regione Liguria per le prestazioni riabilitative ai bambini disabili

1 agosto 2022

GENOVA - Un esposto alla Corte dei conti e un'interrogazione al Parlamento europeo firmata dal dem Brando Benifei per fare luce sulle spese della Regione Liguria per le prestazioni riabilitative ai bambini disabili. Ad annunciarli all'agenzia Dire è Marco Macrì, pompiere genovese e genitore di un bimbo disabile che a ottobre dello scorso anno aveva organizzato una manifestazione in piazza De Ferrari per protestare contro le infinite liste di attesa per le terapie di riabilitazione e che, durante l'ultima campagna elettorale per le elezioni amministrative, ha sollevato il problema a tutti i leader politici nazionali arrivati in città. "Il governatore Giovanni Toti aveva annunciato che avrebbe fatto una scelta coraggiosa: aprire le prestazioni riabilitative di neurospichiatria al servizio pubblico distrettuale, affiancando così il privato accreditato. Ma non è servito a niente- denuncia- nel solo distretto sociosanitario 10 di Genova, da quando è partito questo nuovo sistema a gennaio, si sono accumulati 120 bambini in coda". Nel complesso, aggiunge, "rispetto a prima che partisse questa 'scelta coraggiosa', altri 700 bambini si sono aggiunti alle liste di attesa. Con i 3,7 milioni investiti dalla Regione ne sono stati presi in carico, finora, solo 500. Quindi, la coda di circa 1.200 bambini per le prestazioni riabilitative che denunciavo l'anno scorso, di fatto, si è allungata a 1.400". Sul tema, il procuratore regionale della Corte dei conti, Antonio Giuseppone, aveva già iniziato a porre l'attenzione nella sua requisitoria in sede di parifica del bilancio regionale 2021, sottolineando che la Liguria è ultima in Italia per l'utilizzo dei fondi previsti nel decreto Rilancio per il sostegno alle strutture per disabili: utilizzato il 28%, a fronte di una media italiana comunque non molto ammirevole del 43%.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati