SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


In Liguria torna il bonus badanti, 1,4 milioni a disposizione

Terza edizione del "Bonus badanti" approvata dalla giunta della Regione Liguria, per un importo complessivo di poco inferiore agli 1,4 milioni. Toti: "Torna la misura, che nelle due precedenti edizioni ha soddisfatto oltre 1.700 richieste”

1 agosto 2022

ROMA - Terza edizione del "Bonus badanti" approvata dalla giunta della Regione Liguria, per un importo complessivo di poco inferiore agli 1,4 milioni. "Questa misura, che nelle due precedenti edizioni è andata a soddisfare oltre 1.700 richieste, viene ora riproposta con le ultime risorse disponibili del settennato del Fondo sociale europeo 2014-2020- affermano il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e l'assessore alle Politiche sociali, Ilaria Cavo- in questo modo, garantiamo alle persone non autosufficienti di poter avere assistenza personale a domicilio e, a chi si trova ad accudirle, una maggiore qualità della vita". Il bonus badanti è rivolto a persone adulte residenti in Liguria non inserite in strutture residenziali, con Isee sociosanitario fino a 35.000 euro, con invalidità civile riconosciuta al 100% e non beneficiarie di misure regionali per la non autosufficienza su vita indipendente, gravissima disabilità e dopo di noi.

I beneficiari del contributo si devono impegnare ad assumere la badante con un contratto di lavoro oppure ad avvalersi di un'impresa specializzata. Le domande possono essere presentate a partire da martedì 2 agosto e fino al 31 ottobre attraverso il sito di Filse, fino ad esaurimento delle risorse disponibili. La finanziaria della Regione effettuerà una prima graduatoria relativa alle domande pervenute dal 2 agosto al 30 settembre e, in caso di ulteriori risorse, una seconda graduatoria delle domande pervenute dal primo al 31 ottobre. Il bonus è fissato in 500 euro mensili per coloro che non percepiscono il Fondo regionale per la non autosufficienza e 150 euro mensili per coloro che lo percepiscono. Il contributo viene riconosciuto per un ammontare massimo di 12 mensilità, anche in maniera retroattiva al nuovo avviso, a decorrere dal primo gennaio 2022, purché le spese sostenute siano rendicontabili.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati