SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Lazio, gli assistenti sociali criticano le nuove linee guida

Da Laura Paradiso, presidente del Consiglio regionale del Lazio dell'Ordine degli Assistenti sociali, una considerazione critica rispetto alle linee guida sugli interventi sul territorio: “La pandemia non ha insegnato niente”

1 agosto 2022

ROMA -  "Sono carenti le nuove Linee guida generali di programmazione degli interventi di riordino territoriale della Regione Lazio predisposte, tra l'altro, in applicazione delle attività previste dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e recentemente approvate dalla Giunta Regionale. Esse, oltre a non cogliere appieno il senso dell'integrazione socio-sanitaria finalizzata al tema del benessere dei cittadini risultano tutte espressione di interventi di carattere sanitario. Nulla sembra aver insegnato la vicenda della pandemia che ha mostrato quanto siano fondamentali quegli interventi e percorsi di cura appropriati e personalizzati nei quali i determinanti sociali siano considerati precocemente, per una presa in carico sanitaria e sociosanitaria, in grado di accompagnare i soggetti deboli e fragili nel percorso di gestione di tutte le problematiche conseguenti". Così Laura Paradiso, presidente del Consiglio regionale del Lazio dell'Ordine degli Assistenti sociali.
"Le Linee guida proposte- dice ancora Paradiso- falliscono l'obiettivo di integrazione tra gli interventi realizzati dalle Aziende sanitarie, dal territorio attraverso l'azione del Terzo Settore e da quelli realizzati dagli Enti locali attraverso i Servizi sociali. Creando, inoltre, uno squilibrio - senza il necessario coordinamento - nell'utilizzo delle professionalità degli assistenti sociali". Per Paradiso "queste Linee guida rendono ancora più evidente la necessità - come noi chiediamo da tempo - di rinnovare quel Patto della Salute in grado di utilizzare al meglio tutte le competenze attraverso una vera multidisciplinarità di tutti i professionisti coinvolti e in grado di indirizzare il complesso degli interventi della sanità regionale non solo verso la Salute". "Ecco perché rinnoviamo la richiesta di un confronto urgente affinchè si possano condividere le numerose criticità che caratterizzano le Linee guida nella attuale formulazione e possano essere predisposti i necessari emendamenti per superarle", conclude la Presidente degli assistenti sociali del Lazio.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati