SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Sostegno e solidarietà al missionario Biagio Conte, ricoverato in ospedale

Il fondatore della Missione Speranza e Carità di Palermo ringrazia quanti stanno pregando per lui in questo periodo di malattia. Tante le manifestazioni di vicinanza arrivate, dal vescovo Lorefice all'imam El Maddeni

5 luglio 2022

PALERMO - Fratel Biagio Conte  ringrazia quanti stanno pregando per lui in questo periodo di malattia. Un grazie anche ai pochi che, con le dovute autorizzazioni e in rappresentanza, sono andati a trovarlo in ospedale come il vescovo di Palermo mons. Corrado Lorefice, il cardinale Romeo e il nuovo sindaco di Palermo Lagalla.

In questi ultimi giorni un pensiero di sostegno affettuoso è arrivato anche dalla comunità musulmana di Palermo che, venerdì scorso, si è riunita in preghiera per Fratel Biagio e per tutte le persone ammalate. La comunità si è poi recata a trovare Fratel Biagio attraverso l'imam della Moschea del Gran Cancelliere di Palermo, il dottor Bedri El Maddeni. È stato un incontro di intensa umanità e fratellanza che ha rincuorato tanto Fratel Biagio che, proprio per questo, ci ha tenuto a dare un pubblico ringraziamento. Il missionario è ancora ricoverato e continua a chiedere preghiera. Oggi avrà inizio un ciclo di terapie.
“Siamo vicini a Biagio Conte in questo momento segnato dalla malattia e preghiamo per una pronta guarigione affinché le sue mani operose possano essere restituite presto alla comunità da lui fondata e fatta crescere con amore e dedizione - ha detto l'arcivescovo Corrado Lorefice -. La Chiesa e la città di Palermo hanno bisogno del suo quotidiano esempio di carità, accoglienza e amore verso i più piccoli, gli ultimi, gli indifesi”.

“Biagio Conte è uno degli esempi più fulgidi di accoglienza e dedizione al prossimo che la Sicilia conosca - ha detto il presiedente della regione Nello Musumeci -. In apprensione per le sue condizioni di salute, gli auguriamo con tutto il cuore che possa, come già in passato, superare anche questo difficile scoglio. Palermo, la comunità da lui fondata e noi tutti abbiamo bisogno di lui ancora”.
Il missionario è ricoverato in ospedale da oltre una settimana per eseguire vari accertamenti. Il ricovero si è reso necessario a motivo di alcuni esami di laboratorio e alcuni sintomi che si sono presentati nell’ultimo periodo e che hanno fatto ritenere opportuno un approfondimento.

"Fratel Biagio tiene a comunicare a tutti le sue condizioni perché allo stesso tempo vuole chiedere a tutti di pregare per lui - dicono dalla missione -. Dice di comunicare che gli è stata diagnosticata una neoplasia del colon. Il motivo principale che ha indotto fratel Biagio a comunicare a tutti la sua malattia è 'perché – sono le sue parole – cosi tanti cittadini che lottano contro questo stesso male possano sentirmi vicino nella preghiera e nel travaglio di questo cammino di sofferenza'. Ringraziamo tantissimo il personale sanitario, i religiosi e i volontari dell’ospedale che stanno ogni giorno donandosi e prendendosi cura di lui con tanto amore e impegno. Una preghiera anche per loro”.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati