SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Sanità Milano, Bertolè: 24 case di comunità sono un punto di partenza

Così l'assessore comunale a Welfare e salute, Lamberto Bertolè, spiega in commissione il lavoro del Comune di Milano per l'individuazione delle aree da destinare alla realizzazione delle case di comunità

22 aprile 2022

MILANO - La Regione Lombardia "ha definito che le case di comunità a Milano fossero 24", cioè "una ogni 58mila abitanti" mentre per l'Agenas il rapporto ottimale è "una ogni 24mila abitanti". La creazione di queste case di comunità deve essere quindi intesa come "un punto di partenza per migliorare la sanità territoriale, recuperando il terreno perso in questi anni in Lombardia. Ma poi andranno fatti degli interventi per potenziare i territori più in difficoltà, come il Municipio III". Così l'assessore comunale a Welfare e salute, Lamberto Bertolè, spiega in commissione il lavoro del Comune di Milano per l'individuazione delle aree da destinare alla realizzazione delle case di comunità.

"La Regione Lombardia- spiega Bertolè- ha definito con una delibera di settembre che le case di comunità fossero 24, definendo gli ambiti territoriali e individuando 14 localizzazioni. Per 10 ambiti ha chiesto al Comune di trovare le soluzioni adeguate. I tempi sono stati stretti, sia per i vincoli europei che per il passaggio di consiliatura a ottobre".

In questo periodo, conclude Bertolè, "il dialogo con i municipi è stato continuo e la logica è sempre stata quella di rispondere alle esigenze del territorio".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati