SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Giornata mondiale dell’autismo, a Palermo spettacolo e fiaccolata

Il 2 aprile, i ragazzi con autismo saranno protagonisti di uno spettacolo al teatro Politema con ingresso gratuito. Dopo lo spettacolo, ci sarà il raduno di tutti i partecipanti in piazza per la storica fiaccolata, simbolo della rivendicazione dei servizi e dei diritti

1 aprile 2022

PALERMO - Balleranno, reciteranno e faranno anche una piccola sfilata di moda. Sono i giovani con autismo che, per la giornata del 2 Aprile, si esibiranno presso il teatro Garibaldi Politeama di Palermo a partire dalle 20.30 con ingresso libero e successivamente anche fuori con la storica fiaccolata nella piazza. L'evento, ormai da 13 anni, è promosso da ParlAutismo onlus. 

Lo spettacolo, patrocinato dal presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè e dal Comune di Palermo, organizzato da Panastudio, è presentato da Francesco Panasci e Rosi Pennino. Sul palco, tra gli altri, si esibiranno i comici Matranga e Minafò, Ivan Fiore e l'artista Salvo Piparo. Ma soprattutto i protagonisti della scena saranno i ragazzi e le ragazze, con disturbi dallo spettro autistico,  che danzeranno sul palco, reciteranno e sfileranno con gli abiti della stilista Flavia Pinello.

Alla serata sono state invitate tutte le massime istituzioni locali, le autorità e le scuole di ogni ordine e grado che in queste settimane hanno partecipato a campagne di sensibilizzazione sul tema dell’autismo.
Per l'occasione, come il Teatro Politeama, quest'anno anche il Palazzo Reale, il Comando dell’Esercito, Porta Nuova e altri monumenti di numerosi Comuni siciliani saranno illuminati di blu, il colore simbolo dell’autismo. Dopo lo spettacolo, ci sarà il raduno di tutti i partecipanti in piazza per la storica fiaccolata, simbolo della rivendicazione dei servizi e dei diritti di tutte le persone con autismo.

Nell'ultimo periodo Parl'Autismo ha creato, attraverso un capillare lavoro di rete, un coordinamento tra 23 associazioni che si occupano di autismo a Palermo e provincia.

Questo ha permesso di portare avanti e di realizzare diversi progetti come l'ippoterapia e altri progetti - che sono ancora in corso d'opera - come la futura apertura su un bene confiscato di un nuovo centro diurno.

Durante l'evento, si farà anche il punto della situazione sui risultati raggiunti per la tutela e la cura delle persone con autismo ma anche sulle diverse battaglie che ancora si stanno portando avanti  per alcuni diritti ancora negati (servizi per adulti, politiche inclusive e di sostegno alle famiglie, servizi nelle scuole).
“Sarà una giornata di festa ma anche di rivendicazione - dice Rosi Pennino presidente di ParlAutismo -. Sarà il nostro straordinario 2 aprile, finalmente in presenza, per continuare a dare voce ai nostri giovani speciali, per rompere i muri del silenzio e dell’indifferenza attorno all’autismo e continuare a costruire tasselli di diritti per il prima, il durante e il dopo di noi”.

"E' la giornata dedicata ai nostri figli che esistono insieme a noi genitori che ci continuiamo a battere per loro. Quest'anno siamo particolarmente emozionati - ha sottolineato Tiziana Amato di ParlAutismo, mamma di Alessio - per quello che faranno i nostri figli. Un gruppo di loro, infatti, farà la sfilata, un altro si esibirà in danza mentre altri reciteranno".

"Certamente non mancheremo di sottolineare quanti passi avanti ancora si devono fare per riconoscere pienamente i diritti dei nostri ragazzi - ha continuato Tiziana Amato -. La pandemia ha notevolmente penalizzato le persone con disabilità. Esiste ancora un grave problema per quanto riguarda l'assistente all'autonomia e alla comunicazione soprattutto nella scuola elementare e media. Purtroppo, infatti, nonostante il servizio sia partito, queste figure professionali si rifiutano di lavorare per protesta perché il comune non provvede al pagamento delle loro prestazioni lavorative. L'assenza del servizio crea un disagio forte ai nostri figli  facendo ricadere tutto naturalmente sulle famiglie. Poi un altro nodo è quello relativo alla richiesta da parte dell'Inps siciliana di sottoporre a revisione i nostri ragazzi nonostante esista una circolare nazionale che indica che i ragazzi non devono essere sottoposti a revisione fino al 18esimo anno di età. Tra le altre cose, parleremo anche dell'importanza dei contributi dedicati per i servizi ai nostri figli come lo 0,1 e del bando che si dovrà attivare per uno 0,2 che si utilizzi per coprire maggiori ore per le attività dedicate ai nostri ragazzi".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati