SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Tokyo 2020: niente spettatori stranieri alle gare. La decisione presa per garantire giochi sicuri e protetti per tutti i partecipanti e per il pubblico giapponese

Il presidente dell’IPC Parsons: “La sicurezza di tutte le parti interessate, in particolare del pubblico e degli atleti giapponesi, è la nostra massima priorità per i Giochi di Tokyo 2020”

25 marzo 2021

ROMA - Niente spettatori stranieri alle gare dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo 2020: è questa la decisione presa dall’International Olympic Committee (CIO), dall’International Paralympic Committee (IPC), dalla Municipalità di Tokyo (TMG), dal Comitato Organizzatore Tokyo 2020 e dal Governo Giapponese al fine di contenere la diffusione di COVID-19. I biglietti acquistati da spettatori residenti all’estero verranno rimborsati. Attualmente, la situazione legata alla pandemia in Giappone e in tutti i Paesi del mondo è ancora critica, con numerosi nuovi ceppi emersi negli ultimi tempi e  con i viaggi internazionali che rimangono fortemente limitati a livello globale. Sulla base dell'attuale situazione sanitaria è altamente improbabile che l'ingresso in Giappone alle persone provenienti dall'estero sarà garantito quest'estate. Tale decisione contribuirà ulteriormente a garantire giochi sicuri e protetti per tutti i partecipanti e per il pubblico giapponese.

Per quanto riguarda, invece, tutte le persone accreditate ai Giochi dal CIO e dall’IPC fanno sapere che sono tenute a seguire i Playbook di Tokyo 2020: una seconda versione verrà rilasciata entro la fine di aprile.

A tal riguardo, il Presidente dell’IPC Andrew Parsons ha così commentato: “In un mondo ideale preferiremmo avere spettatori internazionali ai Giochi, consentendo alle famiglie, agli amici e ai fan di tifare per i loro cari e per tutti gli atleti. Ma al momento dobbiamo riconoscere che a causa della pandemia globale non stiamo vivendo in un mondo ideale. Di conseguenza, alcune decisioni difficili che apprezziamo pienamente devono essere prese per contribuire ulteriormente a garantire giochi sicuri e protetti anche se lasceranno molte persone deluse”.

“La sicurezza di tutte le parti interessate, in particolare del pubblico e degli atleti giapponesi, è la nostra massima priorità per i Giochi di Tokyo 2020 ed è per questo che l'IPC rispetta e accetta pienamente questa decisione delle parti giapponesi – assicura Parsons - senza spettatori internazionali, lavoreremo ancora più duramente per garantire più trasmissioni globali e copertura digitale per i Giochi Paralimpici che mai, in modo che chiunque voglia guardare i Giochi possa farlo”.

“Ciò che è risultato chiaro dalla riunione di sabato scorso è stato che l'impegno di tutte e cinque le parti a fornire Giochi Olimpici e Paraolimpici sicuri, protetti e di successo è incrollabile – spiega il Presidente dell’IPC - la realizzazione di questi Giochi è un enorme sforzo di squadra e ringraziamo le parti e gli amici giapponesi per il loro continuo supporto ". (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati