SuperAbile






In Sportelli e Associazioni

Notizie


Lasciti solidali, Lega del filo lancia “Tutti i colori del buio”

L’associazione, pioniera nella raccolta fondi da lasciti solidali in Italia, ha lanciato la prima campagna sui testamenti solidali negli anni ‘80. Nel 2015 il record: 67 lasciti, per un totale di oltre 9 milioni. Una “tradizione di solidarietà testamentaria senza precedenti”, che oggi con una nuova campagna

24 gennaio 2017

ROMA – E’ una vera e priora “pioniera” nella raccolta fondi da lasciti solidali in Italia: nel 1970 la prima donazione, con il testamento della signora Maria Cristina di Numana che lasciava alla Lega del Filo d’Oro un appartamento nella sua città. Diversi anni dopo, alla fine degli anni ’80 la prima campagna sui testamenti solidali: così fino ad oggi la Lega del filo d’oro ha ricevuto 885 lasciti, con un valore medio di circa 140 mila euro. Nel 2015, il record assoluto: 9,3 milioni di euro raccolti con 67 testamenti solidali, tra cui uno milionario, della signora Maria di Milano, che ha voluto ricordare la “Lega” nel suo ultimo gesto di solidarietà destinando un’ingente patrimonio, tra i più generosi nella storia dell’Organizzazione, fondamentale per sostenere la costruzione del nuovo Centro nazionale di Osimo per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali.
Quella della Lega del Filo d’oro è dunque una “tradizione di solidarietà testamentaria senza precedenti”, che oggi continua con la nuova campagna “Tutti i colori del buio”, per far riflettere tutti sull’importanza di un lascito solidale. Per la Lega del Filo d’Oro i lasciti solidali racchiusi nei testamenti sono un bacino fondamentale per continuare a sostenere e progettare le attività volte alla cura e assistenza delle persone sordocieche e delle loro famiglie, con una cifra raccolta che oscilla tra 6,2 e 10,5 milioni di euro all’anno (quasi la metà della raccolta fondi totale dell’organizzazione).
 
“Inserire un lascito nelle ultime volontà per la Lega del Filo d’Oro - dichiara Rossano Bartoli, segretario generale dell’associazione - significa aiutarci a garantire servizi di alto livello per le persone sordocieche e pluriminorate psicosensoriali, ma non solo. Ci permette di dare vita al nostro grande progetto di costruzione del nuovo Centro nazionale di Osimo. E ancora, possiamo continuare a venire incontro alle esigenze delle famiglie e ad essere presenti in sempre più regioni d’Italia per dare risposte efficaci a quante più persone possibile. Grazie alla generosità della famiglia Corrao, oggi ad Osimo possiamo ospitare i familiari dei nostri utenti che seguono le cure riabilitative, mentre con l’aiuto di altri donatori abbiamo dato vita al Centro Diagnostico senza il quale non avremmo un luogo in cui far operare la nostra équipe medica. Se può sembrare poco, posso assicurarvi che per una persona che vive costantemente immersa nel buio e nel silenzio e spesso con altre disabilità, è moltissimo. Spero che in futuro continuino ad essere tante le persone che decidono di compiere un ultimo gesto di solidarietà a nostro favore”.
 
La campagna “Tutti i colori del buio” prende il via oggi, con uno spot che ha l’obiettivo di far riflettere su quanto il buio accomuni un lascito testamentario, ultimo gesto di solidarietà prima della morte, alla dimensione in cui vivono costantemente immerse le persone sordocieche e come questo possa diventare e trasformarsi, invece, in “luce” e “suoni”, vale a dire in progetti concreti della Lega del Filo d’Oro in grado di portare cura e assistenza a un numero sempre crescente di persone che ne hanno bisogno nel nostro Paese. La campagna vivrà con uno spot tv e radio, su stampa e affissioni e su web. Per maggiori informazioni su come poter destinare un lascito solidale a favore della Lega del Filo d’Oro, si può consultare la sezione dedicata sul sito dell’associazione.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati