SuperAbile







Scheda - Calcio a 5 B1 e B2-3

16 marzo 2009

CARATTERISTICHE GENERALI


Il Calcio a 5 è uno sport analogo al calcetto per normodotati, con l'eccezione che è riservato a persone con vario grado di disabilità visiva (B2-3) o totalmente non vedenti (B1). Solo un giocatore può essere vedente o ipo-vedente (B2-3): il portiere, che ha, tra l'altro, funzione di regista di gioco.
La sfera di gioco è ovviamente sonora, come nel goalball, per gli atleti non vedenti (B1), non sonora ma di colore acceso per gli ipo-vedenti (B2-3), ed ogni incontro dura 50 minuti, diviso in due games da 25 minuti ciascuno.
I giocatori indossano, per correttezza, bende sugli occhi.
Il sottocomitato Calcio dell'IBSA (Federazione Internazionale Sport Ciechi) governa il calcio a 5 per semi o non vedenti, adeguandosi, con piccole modifiche, ai regolamenti FIFA (Federazione Internazionale Associazioni di Calcio).

CENNI STORICI


Il primo campionato nazionale di Calcio a 5 prese il via nel 1986 in Spagna, da allora la pratica di questo sport è cresciuta verticalmente, fino a diffondersi, nel 2008, in ben 35 nazioni.
Il debutto nel programma dei Giochi Paralimpici, per il Calcio a 5, data all'edizione di Atene 2004: è davvero molto recente.

di daniela.quargnali

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati