SuperAbile







Deaflympics2021: l’Italia conquista 23 medaglie e il 12esimo posto nel medagliere

È il miglior risultato da 33 anni a questa parte. Il Presidente della FSSI Zanecchia: “Questo risultato dimostra la vitalità complessiva del nostro movimento”

17 maggio 2022

ROMA - Arriva dall’atletica e da quella che, a pieno titolo, viene considerata la gara simbolo dei Giochi, la 23esima e ultima medaglia dell’Italia alle Deaflympics2021, le Olimpiadi per atleti sordi, che si sono svolte dal 1 al 15 maggio a Caxias do Sul, in Brasile. A salire sul secondo gradino del podio della maratona la lombarda Cristina Gogna, che ha chiuso con il tempo di 3h06’08.

“Sono felicissima – ha dichiarato l’atleta di Erba – ho sempre tenuto il mio ritmo, mi sentivo bene sia di gambe che di testa e il mio cuore batteva più forte ad ogni passaggio, quando vedevo sventolare il tricolore e i dirigenti della Fssi che facevano il tifo per me. Che emozione, viva l’Italia!”

L’Italia torna dalla trasferta brasiliana con 4 ori, 11 argenti, 8 bronzi e il dodicesimo posto in classifica generale, una classifica vinta dall’Ucraina con 138 medaglie (62 ori, 38 argenti, 38 bronzi), davanti a Stati Uniti con 55 (20 ori, 11 argenti, 24 bronzi) e Iran con 40 (14 ori, 12 argenti, 14 bronzi).

Per trovare un risultato migliore bisogna tornare indietro di 33 anni, precisamente all’edizione di Kiristchurch del 1989. Come in Brasile, anche in Nuova Zelanda i podi furono 23 ma con 8 ori.

Nella penultima giornata di gare erano arrivate anche le importanti medaglie delle squadre azzurre: argento per il volley femminile, argento per il basket femminile e bronzo per la pallavolo maschile.

“Torniamo dalle Deaflympics di Caxias do Sul con un'enorme soddisfazione, perché i sacrifici dei nostri ragazzi sono stati premiati con 23 medaglie, 4 ori 11 argenti e 8 bronzi, miglior risultato degli ultimi 33 anni – ha commentato il Presidente della Federazione Sport Sordi Italia Guido Zanecchia - medaglie provenienti da sette discipline: atletica, karate, nuoto, pallacanestro femminile, pallavolo maschile e femminile e tennis. Tutto ciò dimostra la vitalità complessiva del nostro movimento. Ma ovviamente voglio ringraziare per questa memorabile edizione tutti gli atleti, non solo i medagliati che unitamente ai tecnici hanno tenuto altissimo il tricolore. Se pensiamo che delle nostre 4 squadre 3 sono andate a medaglia e il calcio è arrivato sesto non possiamo che essere orgogliosi di quanto fatto. È stata un'edizione speciale con il CIP al nostro fianco con la presenza del Segretario Generale Stara in Brasile e il Presidente Pancalli in costante contatto a sostenerci anche a notte fonda! Mi ripeto, grazie veramente a tutti, tifosi italiani compresi che ci hanno fatto sentire il loro calore anche a migliaia di chilometri di distanza”. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati