SuperAbile







Emilia Romagna, dalla Regione altri 2 milioni per salvare società sportive

Questo l'obiettivo dei due nuovi bandi messi a punto dalla Regione. Le misure sono state varate dalla Giunta regionale. Bonaccini: “Puntiamo a valorizzare l'attività sportiva come strumento indispensabile per la promozione e tutela della salute e del benessere psicofisico”

6 agosto 2021

BOLOGNA - Altri due milioni di euro per salvare le società sportive, tra le realtà più colpite dalla pandemia, e favorire la ripesa dello sport in particolare tra i giovani. Questo l'obiettivo dei due nuovi bandi messi a punto dalla Regione. Le misure sono state varate dalla Giunta regionale guidata dal presidente Stefano Bonaccini nell'ambito delle politiche per lo Sport, attività di raccordo seguita dal capo della segreteria politica della presidenza della Giunta, Giammaria Manghi. "Puntiamo a valorizzare l'attività sportiva come strumento indispensabile per la promozione e tutela della salute e del benessere psicofisico e per la promozione di valori educativi e sociali, di integrazione e socializzazione, parte integrante della creazione di coesione sociale e di comunità inclusive, oltre che di creazione di sani stili di vita", commenta Bonaccini.
 
"Anche nel 2021, dunque, la Regione si impegna a sostenere finanziariamente un significativo numero di eventi e manifestazioni sportive, per proseguire sulla strada intrapresa per la formazione di una vera e propria 'cultura dello sport' con un obiettivo in più, quello di non lasciare nulla di intentato per aiutare il ritorno alla normalità e lasciarsi alle spalle la drammatica pandemia causata dal Covid-19". Una delle due misure, spiega la Regione, è rivolta alle associazioni di promozione sociale e alle associazioni e società sportive dilettantistiche iscritte nel registro del Coni e del Cip per la realizzazione di eventi sportivi, riconoscendo il lavoro delle realtà associative che organizzano tante manifestazioni e incontri.
 
L'altro intervento punta invece a sostenere la diffusione della pratica motoria e sportiva: si rivolge a enti pubblici, associazioni, istituzioni scolastiche, aziende Usl, "per la realizzazione- informa ancora l'ente di viale Aldo Moro- di attività orientate al miglioramento del benessere fisico, psichico e sociale della persona, per progetti che individuino nello sport un fondamentale strumento di educazione e di inclusione sociale, di prevenzione, mantenimento e recupero della salute".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati