SuperAbile







Droga e alcol, ad Ascoli lo sport è l'antidoto per gli incidenti stradali

L'amministrazione comunale di Ascoli Piceno ha risposto all'avviso pubblico del dipartimento per le politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei ministri ed ha presentato un progetto ad hoc

3 dicembre 2020

ASCOLI PICENO - L'amministrazione comunale di Ascoli Piceno ha risposto all'avviso pubblico del dipartimento per le politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei ministri ed ha presentato un progetto relativo alla promozione, al coordinamento e al monitoraggio di attività di prevenzione e contrasto all'incidentalità stradale correlata ad alcol e droga. "Sicuramente Su Strada - Vicini allo sport lontani dai rischi" è il titolo del progetto presentato dal Comune ed ideato in stretta collaborazione con la Prefettura e l'Area Vasta 5. "L'obiettivo è quello di prevenire e ridurre il numero di incidenti stradali correlati all'uso di alcol e droghe, individuando nello sport un fondamentale punto di partenza per le attività di prevenzione contro le dipendenze- spiega il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti-". L'aspetto innovativo del progetto. Rimarca il primo cittadino, "è proprio quello di voler dar vita a una nuova forma di prevenzione da alcol e sostanze stupefacenti: partendo dall'attività sportiva, vogliamo creare nei giovani una maggior consapevolezza sui sani stili di vita da adottare e sui rischi che invece devono essere evitati".

Tra i tanti valori legati allo sport "uno dei più importanti è infatti quello della disciplina: l'attività sportiva richiede impegno, fatica e dedizione, comporta la conduzione di uno stile di vita regolare ed equilibrato- aggiunge Fioravanti-. Stimolando la pratica dello sport, e portando avanti le fondamentali attività di educazione e prevenzione tra i più giovani, vogliamo promuovere i giusti comportamenti all'interno della nostra comunità, riducendo al massimo ogni possibile rischio connesso all'assunzione di alcol e sostanze stupefacenti".

Per il progetto è stato chiesto un finanziamento di 200mila euro e -qualora fosse approvato dal dipartimento per le politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei ministri- avrà una durata di 12 mesi. "I fondi verrebbero utilizzati non solo per aumentare i controlli stradali e installare segnaletica luminosa per il controllo della velocità, ma anche per attività di educazione e formazione nelle scuole e in altri luoghi di socialità”, chiosa il sindaco.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati