SuperAbile







“Para-day”, a San Lazzaro le persone disabili si mettono alla prova con lo sport

Madrina della manifestazione, alla sua prima edizione, è la velocista e conduttrice televisiva Giusy Versace. Milani (Cip ER): “In regione la famiglia paralimpica cresce grazie al lavoro delle società sportive come i Bradipi. Tutti possono praticare sport”. Il 15 giugno al PalaSavena

12 giugno 2019

BOLOGNA – Sarà la velocista e conduttrice televisiva Giusy Versace la madrina della prima edizione per “Para-day”, la manifestazione della polisportiva I Bradipi che si terrà il 15 giugno al PalaSavena di San Lazzaro di Savena (Bologna). “La presenza di Giusy Versace è la ciliegina sulla torta – ha detto Germano Pepoli, direttore sportivo dei Bradipi – Tante società sportive si sono messe insieme per questo evento, che darà alle persone con disabilità l'opportunità di mettersi alla prova in diversi sport. L'intento è divertire, divertirsi e, perché no, fare reclutamento”. Oltre a Versace, ad animare la manifestazione ci saranno altri atleti paralimpici come il canoista Federico Mancarella, la campionessa di arco Eleonora Sarti e lo schermidore Emanuele Lambertini. “A me lo sport ha cambiato la vita – ha detto Sarti che ha iniziato con il basket in carrozzina proprio con i Bradipi, arrivando a vincere uno scudetto e a disputare gli Europei con la Nazionale – mi spiace solo aver iniziato tardi. Lo sport mi ha aiutato a superare le difficoltà quotidiane legate alla mia disabilità e ad accettarmi”.

 

La giornata si aprirà alle 10.30 con una esibizione di handbike e la possibilità di provare anche per i normodotati. Alle 11.30 inizieranno i tornei e le esibizioni 3 contro 3 di basket in carrozzina. Contemporaneamente, sarà possibile giocare a sitting volley, subbuteo e tennis tavolo. Nel pomeriggio dalle 14 alle 18 sarà la volta della scherma mentre alle 15.30 inizierà il torneo di baskin con Pgs Welcome Bologna, Faenza Baskin e Faventia Baskin. Nel campo a fianco si esibiranno i ragazzi del Bfc senza barriere con il calcio camminato e i Rangers di wheelchair hockey, vincitori del campionato e tornati nella massima serie. Sarà possibile assistere a una esibizione di boxe in carrozzina e nella parete attrezzata a una gara regionale di arrampicata. “Nella nostra regione la famiglia paralimpica sta crescendo grazie al lavoro di società come i Bradipi – ha detto Melissa Milani, presidente del Cip Emilia-Romagna – Il messaggio che dobbiamo dare alle persone con disabilità è che tutti possono fare sport. Lo sport è uno strumento fondamentale di cultura, educazione e benessere, che migliora la qualità della vita”.

 

“Per la nostra polisportiva, il Para-day è un salto di qualità importante, grazie al quale ci mettiamo in gioco, mostrando il nostro volto più alto e non solo le nostre squadre di basket in carrozzina che rimangono comunque l'impegno più importante del nostro fare sport – ha detto Biagio Saldutto, presidente dei Bradipi – Con questa iniziativa speriamo di far capire a tutti i ragazzi con disabilità che le possibilità sono davvero tante e non ci si deve fermare davanti a un insuccesso perché attraverso un'altra disciplina, magari più adatta, si può esprimere tutto il proprio potenziale”.

di Laura Pasotti

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati