SuperAbile







Torball maschile: il Bolzano è campione d’Italia. Un titolo atteso 14 anni

Alla vigilia dell’ultima giornata, la formazione altoatesina aveva 9 punti di ritardo dal Napoli. Annemarie Innerhofer, campionessa della squadra femminile e responsabile del settore torball del Bolzano: “Questo titolo è come un sogno: sapevamo che c’era la possibilità di vincere, lo speravamo e le motivazioni non mancavano ma non ci illudevamo”

21 febbraio 2018

ROMA - Un titolo aspettato 14 anni: il finale di campionato che non ti aspetti regala al Bolzano il Tricolore 2017/2018 di torball maschile. Dopo aver dominato l’intera stagione, il GS Colosimo Napoli è crollato nell’ultimo turno, regalando alla formazione altoatesina il tanto sognato titolo italiano. Il GSNV Bolzano si è presentato all’appuntamento con la quinta e ultima giornata - che si è giocata sabato 17 e domenica 18 febbraio a Campobasso e Reggio Calabria - con 9 punti di distacco dal Colosimo, un gap che sembrava difficile da recuperare e che invece la squadra sudtirolese è stata in grado di colmare. Alla fine, il Bolzano l’ha spuntata per un solo punto rispetto al Napoli e alla ASD Reggina UIC, che si sono fermate a 49 punti. “Credo che questa vittoria sia frutto della sconfitta maturata nella seconda giornata di campionato, giocata in casa, a Bolzano – esordisce Annemarie Innerhofer, responsabile del settore torball del Bolzano e campionessa con la squadra femminile – nonostante il vantaggio di giocare davanti al nostro pubblico, in quell’occasione non sono arrivati i risultati sperati, ma da quel momento i giocatori hanno capito che la palla è si rotonda ma che senza un allenamento duro non si ottiene nulla. Cosi hanno cercato e trovato palestre per allenarsi e lo hanno fatto anche durante le ferie – racconta Annemarie – sono tutti giocatori maturi al punto giusto per capire cosa bisognava fare per raggiungere i risultati”.
 
Tra i giocatori maturi, di cui parla la Innerhofer, c’è Nikolaus Fischnaller, 74 anni e ancora oggi in campo. “Come ha detto anche il nostro presidente Franz Gatscher quello che stiamo vivendo è come un sogno – osserva Annemarie – sapevamo che c’era la possibilità di vincere, lo speravamo e le motivazioni non mancavano ma non ci illudevamo. I ragazzi hanno affrontato un viaggio lungo, all’andata hanno trovato due incidenti lungo il percorso e quando sono arrivati a Campobasso si sentivano finalmente più tranquilli – spiega – poi, appena terminata l’ultima partita, sono partiti subito, senza neanche aspettare l’esito degli incontri del Napoli e della Reggina: hanno scoperto di aver vinto il Tricolore sul pullman, durante il viaggio di ritorno”.
 
“Dopo anni di attesa, con orgoglio abbiamo portato a casa lo scudetto – prosegue la Innerhofer – e proprio a Bolzano, ad attendere i giocatori, c’era il tecnico Marco Grazioli, sulla panchina della squadra dal 1994, che purtroppo non aveva potuto seguire il gruppo a Campobasso per motivi personali . La cosa bella di questa società è che siamo una bellissima famiglia – aggiunge – non siamo solo una squadra in campo ma lo siamo anche fuori”. Una gioia, quella del titolo, che non fa passare in secondo piano l’aspetto della sportività e del fairplay: “Il nostro presidente Franz Gatscher mi ha confessato che è ovviamente contentissimo per questo successo ma che capisce anche cosa voglia dire, per il Napoli e la Reggina, perdere all’ultima giornata, perché è successo anche a noi in passato”.
 
Questa la classifica finale del Campionato Italiano di torball maschile:
 
1. GSNV Bolzano 1  50
 
2. GS Colosimo 49
 
3. A.S.D. Reggina UIC 49
 
4. Omero Bergamo A  45
 
5. ASD Teramo 44
 
6. G.S. NV Trento 36
 
7. GSNV Bolzano 2  29
 
8. ASD Pol. Torino 25
 
9. A.S.D. Augusta 23
 
10. Paideia Sporting 19
 
11. Omero Bergamo B 13
 
12. APD Picena 1. (a cura del Cip)

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati