SuperAbile







Schwarzenegger con gli Special Olympics: una lezione a chi li ha offesi

L'attore pubblica sui social il video in cui compare insieme agli atleti, dopo i Mondiali invernali in Austria. Tra i tanti commenti, non manca l'insulto: “Far gareggiare dei ritardati non ha senso”. Schwarzenegger replica: “Da loro puoi imparare a cambiare, per dare qualcosa al mondo”

28 marzo 2017

ROMA - “Le Special Olympics non hanno senso. Le Olimpiadi servono a far competere l'uno contro l'altro i migliori atleti del mondo, per stabilire chi sia il migliore. Facendo gareggiare dei ritardati, si fa esattamente l'opposto”. Un commento che non meriterebbe alcuna attenzione né tanto meno risonanza: classificabile solo come troll, chi ha pubblicato ieri questo post su Facebook, replicando così al video, pubblicato da Arnold Schwarzenegger, in cui l'attore si ritrae insieme agli atleti da poco rientrati dai Giochi mondiali invernali Special Olympics. Proprio Schwarzenegger, però, decide di non lasciar correre e di dare letteralmente una “lezione” all'incauto seguace. “Per quanto sia stupido e crudele questo commento, non ho intenzione di eliminarlo o di cacciarti (per ora), perché è un'occasione per insegnarti qualcosa”, risponde, in un post diventato virale in pochi minuti. “Ti garantisco che questi atleti hanno più coraggio, compassione, cervello e abilità, e direi anche ogni altra possibile qualità umana positiva, di te – replica l'attore – Hai davanti a te due strade. Segui il loro percorso: e potresti imparare da loro, cercando di cambiare te stesso, per restituire qualcosa al mondo. Oppure puoi rimanere dove sei e continuare ad essere soltanto un troll triste, pietoso e geloso, che al mondo non aggiunge nulla, ma prende in giro per ottusa gelosia chiunque faccia qualcosa di buono. So che tutto quello che vuoi è attenzione – conclude – perciò vorrei essere chiaro: se scegli di andare avanti così, nessuno si ricorderà di te”. (cl)

 

 

 

 

 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati