SuperAbile







Rappresentare l’Italia in un evento mondiale. Il sogno di Luciano diventa realtà

Luciano Ragghianti è uno dei 34 atleti della Delegazione Italiana di Special Olympics che, dal 14 al 25 marzo, è impegnata in Austria in occasione dei Giochi Mondiali Invernali. La sua specialità è la corsa con le racchette da neve

18 marzo 2017

ROMA – Luciano Ragghianti ha 30 anni. E’ di Lucca. Grazie ad una borsa lavoro è impegnato in un bar, al banco, ma il suo sogno è quello di rappresentare l’Italia ad un evento mondiale e presto potrà realizzare il suo sogno. Luciano è un ragazzo con disabilità intellettiva ed è uno dei 34 atleti della Delegazione Italiana di Special Olympics che, dal 14 e fino al 25 marzo, è impegnata in Austria in occasione dei Giochi Mondiali Invernali e che è possibile sostenere anche economicamente attraverso il crowdfunding sul sito web www.ioadottouncampione.it. La specialità di Luciano è la corsa con le racchette da neve, sport che ha aperto i suoi orizzonti. “Luciano ha sempre amato lo sport e noi, fin da piccolino, abbiamo cercato di dargli ogni opportunità per socializzare, sentirsi parte di un gruppo, di una squadra – ricordano i genitori –. Maturare quelle certezze che lo hanno poi aiutato ad affrontare le difficoltà e che oggi hanno fatto di lui un vincente nella vita”.
 
Tutto è iniziato a undici anni col minibasket. “Grazie all’abnegazione, lungimiranza e amorevole disponibilità di due allenatori – spiegano i genitori -, fu inserito in un corso per ragazzi normodotati. Fu un’inclusione a tutto campo che proseguì negli anni fino a portare Luciano a partecipare con regolarità ai campionati provinciali e infine, quasi diciottenne ai campionati regionali, e a ricoprire, quando l’impegno agonistico diventò troppo pesante, l’incarico, anche se figurativo, di vice allenatore. L’inserimento nel mondo del basket portò nostro figlio a partecipare ai campi estivi a Pievepelago con i suoi compagni di squadra, quando aveva 13 anni, dandogli l’opportunità di sperimentare autonomia ed inclusione”.
 
Grazie all’ingresso nel team di Special Olympics, l’Allegra Brigata, la vita di Luciano è cambiata ancora ed in modo sostanziale. “Con Special Olympics, Luciano ha conosciuto il sentimento puro di amicizia, i rapporti, da sporadici e casuali, seppur degni di memoria, sono diventati continuativi, stabili e duraturi – spiegano i genitori -. Allenarsi, fare sport insieme in palestra due, tre volte a settimana, ha portato i ragazzi ad uno scambio continuo, all’opportunità di dimostrare le proprie abilità, migliorandole e condividendo emozioni, gioie per le vittorie così come le delusioni per le sconfitte. La condivisione del momento sportivo, dell’evento, è talmente potente che poi accade che, un giorno come un altro, si decide di andare oltre, di uscire dalla palestra insieme per andare a mangiare una pizza o per un cinema, ci si inizia a telefonare, ci si tiene in contatto su facebook quasi quotidianamente ormai, così come accade con ogni compagno di squadra che è diventato anche un buon amico. Ecco, tutto questo grazie a Special Olympics che utilizza lo sport come strumento per abbattere ogni genere di pregiudizio, a partire dal campo sportivo per abbracciare poi la vita quotidiana, in ogni sua piccola e grande sfaccettatura”.
 
Oggi, anche grazie ad una borsa lavoro, Luciano è impegnato in un bar, al banco. “Fa il caffè, serve i clienti e chiacchiera tanto con loro del più e del meno – raccontano i genitori -, ma soprattutto di calcio e anche qui ha l’opportunità di mettere le persone a proprio agio con la sua simpatia e personalità. Passa così le sue giornate, dividendosi tra il lavoro, lo sport e le amicizie. Il pensiero però corre spesso in avanti, verso un altro suo sogno, ancora una volta sportivo, che è già diventato una realtà, pronta per essere vissuta. Il sogno di rappresentare l’Italia ad un evento mondiale”. A marzo, infatti, Luciano sarà uno dei 34 atleti italiani Giochi Mondiali Invernali Special Olympics.
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati