SuperAbile







Ice sledge hockey: alle South Tyrol Eagles la Coppa Italia. La finale scudetto è assicurata

Col primo posto al termine della regular season, le Aquile conquistano Coppa Italia e finale scudetto diretta. Decisiva la doppia affermazione contro l'Armata Brancaleone della Lombardia. Il tecnico altoatesino Kasslatter: "All'inizio del secondo periodo del secondo match Varese si è rifatta sotto e così abbiamo intensificato gli attacchi"

26 gennaio 2017

ROMA - Primo posto al termine della Regular Season, Coppa Italia in bacheca e positiva trasferta in Russia: intenso periodo per le South Tyrol Eagles, la formazione altoatesina che, ormai da anni, domina il panorama italiano dell'ice sledge hockey. Grazie al doppio successo maturato nel fine settimana contro l'Armata Brancaleone della Lombardia, il roster sudtirolese ha non solo guadagnato l'accesso diretto alla finale scudetto ma ha anche conquistato la Coppa Italia 2017.
 
Il primo confronto con l'Armata, che si è giocato a Ora sabato 21 gennaio, ha visto i campioni d'Italia in carica imporsi con un netto 9 a 0 (2:0; 5:0; 2:0). Ad aprire le marcature, dopo 2 minuti e 42 secondi, l'attaccante Werner Winkler. Christoph Depaoli, al minuto 11, sigla il gol del 2-0 e sette minuti più tardi anche quello del 3-0. A portare a 4 le reti per il Sudtirolo ci pensa Florian Planker (20:45), mentre Alex Enderle, al 23esimo, realizza il gol del 5-0. Al 26esimo è Nils Larch a scrivere il proprio nome sul tabellino marcatori, mentre al 28esimo Winkler segna la doppietta personale. Gli ultimi due centri, al 33esimo e al 38esimo, portano le firme di Larch e Planker.
 
Nella seconda sfida, giocata domenica 22 gennaio a Egna, i lombardi si sbloccano, andando a segno tre volte. Gli altoatesini, però, in un match che, sulla carta, non ha più nulla da dire ai fini della classifica finale, non regalano nulla agli avversari e di reti ne fanno 8. Larch e Winkler, al minuto 3 e 14, siglano il vantaggio dei padroni di casa. Al 15esimo Roberto Radice accorcia le distanze per i brancaleoni. Ci pensa Larch, due minuti dopo, a ristabilire le distanze, mentre Stefan Kerschbaumer, al 24esimo, allunga ancora. Planker porta le South Tyrol Eagles sul 5-1 (26:54), mentre Francesco Torella, al 35esimo, fissa il risultato sul momentaneo 6-1. Seguono altre due reti sudtirolesi, con Planker (36:59) e con Matteo Remotti (37:32). Gli ultimi due centri dell'incontro sono di marca lombarda. Al minuto 41:50 Marco Re Calegari realizza la seconda rete per l'Armata, mentre al 43esimo Alessandro Andreoni sigla il gol del definitivo 8-3 (2:0; 3:1;3:2).
 
Con queste due vittorie, l'Alto Adige si porta a quota 21 punti in classifica, davanti ai Tori Seduti del Piemonte (12) e all'Armata Brancaleone della Lombardia (3). "Nella seconda sfida ho deciso di far riposare il portiere titolare, Rupert Kanestrin e di far giocare Mattia Desilvestro, che ha meno partite alle spalle - dichiara il tecnico delle South Tyrol Eagles, Gottfried Kasslatter - ancora una volta è stata la combinazione Winkler e Larch ad aprire le marcature". "All'inizio del secondo periodo Varese si è rifatta sotto - commenta il tecnico - e così abbiamo intensificato gli attacchi e ripreso in mano il risultato anche grazie a Nils Larch, Stefan Kerschbaumer e Florian Planker".
 
Prima della doppia sfida di Ora ed Egna, le Aquile Sudtirolesi sono state impegnate nella Continental Cup di Ufa, in Russia. Un ottimo banco di prova, per i campioni d'Italia in carica, che hanno avuto modo di confrontarsi con formazioni di livello internazionale. Un buon cammino, quello di Planker e compagni, che si è concluso con la medaglia d'argento. Fatale la sconfitta in finale contro i padroni di casa dello SCH Phoenix, vittoriosi per 7 a 1. Nel round robin, le South Tyrol Eagles avevano perso ancora con i russi (1-2) e vinto con ISH Team of China (11-1) e con l'SHC Sparta Praha (2-1). (a cura del Cip)
 

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati