SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Volontariato, Avis Bergamo: sedare il dolore è un'opera divina

Concluso il convegno nazionale 'etica della donazione da vivente'. 0 - "Non ci rendiamo mai abbastanza conto dell'importanza di un dono d'amore: spesso lo consideriamo un ago nel pagliaio, e non capiamo che si tratta di una scintilla nel pagliaio....

19 settembre 2022

ROMA - "Non ci rendiamo mai abbastanza conto dell'importanza di un dono d'amore: spesso lo consideriamo un ago nel pagliaio, e non capiamo che si tratta di una scintilla nel pagliaio. Scopriremmo così la potenzialità di luce, calore, energia, vita e speranza che c'è in ognuno di noi per il bene comune." In queste parole, monsignor Giulio Dellavite, Segretario generale della Curia Vescovile di Bergamo, ha racchiuso il senso della donazione di organi e tessuti umani nell'etica delle religioni monoteiste islamica, ebraica riformata, ortodossa romena, cristiana evangelica e cristiana cattolica, esposte e rappresentate dai relatori del convegno di volontariato nazionale 'Etica della donazione da vivente' organizzato da Avis Comunale Bergamo e tenutosi oggi a Bergamo.

La giornata di approfondimento organizzata dall'Avis Comunale di Bergamo in occasione dell'iniziativa 'Bergamo Capitale Italiana del Volontariato 2022' ha visto succedersi gli interventi di Oscar Bianchi, presidente di Avis regionale Lombardia; Gianpietro Briola, presidente di Avis nazionale; Usama El Santawy, Imam della Comunità Islamica di Lecco; Rav Sylvia Rothschild, Rabbino della Comunità Ebraica Riformata; Radu Ionut, teologo e parroco della Chiesa Ortodossa Romena; Italo Pons, Pastore della Comunità Cristiana Evangelica, e Maurizio Chiodi della Pontificia Accademia per la Vita, Monsignore della Chiesa Cattolica Romana.

"Tramite l'organizzazione di questo convegno- sottolinea il presidente di Avis Comunale Bergamo, Paolo Comana- abbiamo voluto essere utili a tutto il mondo del volontariato, che fonda la propria attività sul dono di sé, e a tutti noi, per ravvivare le motivazioni personali a prendersi cura dell'altro: ecco perché abbiamo coinvolto diverse confessioni, abbiamo voluto varie 'traduzioni' (con riferimento alla traduzione simultanea nella lingua dei segni italiana) e attivato diversi canali di comunicazione. Grazie a chiunque abbia partecipato, in presenza presso la Sala Convegni Avis Bergamo e da remoto seguendo la diretta streaming, oltre che ai relatori, alla Fondazione Cariplo e a CSV Bergamo, Avis Nazionale, Avis Regionale Lombardia e Avis Provinciale Bergamo, Comune di Bergamo e Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus. Dal canto nostro, siamo pronti a continuare a promuovere l'educazione al dono anche partecipando, l'anno prossimo, a Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, realizzando ulteriori occasioni di incontro e riflessione".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati