SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Emergenza caldo, 50 anziani gestiti da Asst Nord Milano

Positivo il primo riscontro del progetto sperimentale di gestione degli anziani durante l'emergenza caldo dell'Asst Nord Milano in sinergia con alcune amministrazioni locali. Moratti: “Delineata una rete per seguire anziani e persone fragili”

23 agosto 2022

ROMA - Raggiunti telefonicamente oltre 50 anziani dagli infermieri di famiglia e di Comunità su oltre 400 domande arrivate dai Punti unici di accesso (Pua) di Bresso, Cologno Monzese e Cusano Milanino. Infermieri che, quando necessario, hanno disposto interventi domiciliari per una più approfondita valutazione clinica. E' positivo il primo riscontro del progetto sperimentale di gestione degli anziani durante l'emergenza caldo dell'Asst Nord Milano in sinergia con amministrazioni comunali di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Cologno Monzese, Sesto San Giovanni e l'associazione Auser e terzo settore. "È stata delineata una rete per intercettare e seguire eventuali anziani o persone fragili che potessero essere a rischio a causa dell'emergenza caldo", spiega la vicepresidente della Regione con delega al welfare Letizia Moratti, sottolineando "la positiva e fruttuosa collaborazione istituzionale fra enti a tutto vantaggio dei cittadini fragili ed anziani e delle loro famiglie”.

Oltre al call center telefonico attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 16.00 a disposizione dei cittadini in difficoltà (02.5799.8651) e ad un indirizzo mail (csa@asst-nordmilano.it) per segnalazioni da parte delle famiglie, dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di libera scelta, delle amministrazioni comunali e del terzo settore sono stati attivati a partire dal mese di giugno 3 Punti Unici di Accesso (PUA) aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30 nelle sedi di Bresso (via Centurelli 46), Cologno Monzese (via Boccaccio 17) e Cusano Milanino (via Ginestra, 1). I Pua (Punto Unico di Accesso) con la presenza costante di infermieri di famiglia e Comunità hanno garantito un riferimento fisico e telefonico per oltre 400 cittadini sia per bisogni assistenziale che di carattere informativo e di orientamento tra i servizi.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati