SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Carcere, a Bari attivato un servizio per la cura delle malattie mentali

La Asl ha attivato un servizio di cura delle patologie neurologiche per gestire le malattie neurodegenerative e demenze. I detenuti potranno contare su un team dedicato

9 luglio 2022

BARI - Nel carcere di Bari la Asl ha attivato un servizio di cura delle patologie neurologiche per gestire le malattie neurodegenerative e demenze. I detenuti potranno contare su un team composto da neurologo, neuropsicologo e tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare. I detenuti potranno sottoporsi a esami strumentali, test diagnostici e screening. Gli obiettivi del servizio, inserito nel progetto sperimentale "Brainspace", sono la riduzione delle visite fuori dal carcere, aiutare i percorsi riabilitativi neurologici e accorciare i tempi di attesa. "L'ambulatorio rappresenta la prima tappa - spiega Silvana Fornelli, responsabile dell'unità operativa complessa programmazione, innovazione e continuità ospedale territorio - di un percorso che entro la fine dell'anno vedrà nascere un centro per la diagnosi e cura delle demenze o disordini neuro cognitivi nella popolazione detenuta degli istituti penitenziari". Il medico evidenzia anche che "l'istituto penitenziario di Bari ospita un'alta percentuale di pazienti detenuti ad alta fragilità sanitaria e rappresenta un hub per la medicina penitenziaria in tutta la regione".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati