SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Ambulatorio al Museo egizio di Torino, al via la sperimentazione

È l'idea dietro al progetto "Cultura di base", col sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, che porterà gli ambulatori anche alla biblioteca Primo levi, al Museo dell'Auto, al Parco per l'arte vivente e al Polo del '900

3 maggio 2022

TORINO - Il Museo egizio e altri quattro luoghi della cultura torinese ospiteranno alcuni ambulatori di medici di medicina generale a partire da maggio. E' l'idea dietro al progetto 'Cultura di base', col sostegno di Fondazione Compagnia di San Paolo, che porterà gli ambulatori anche alla biblioteca Primo levi, al Museo dell'Auto, al Parco per l'arte vivente e al Polo del '900. E il presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo pensa già a come estendere l'iniziativa ai più piccoli. "L'idea è che svolgere la propria attività in un luogo particolare, in un luogo bello, possa addirittura migliorare la relazione medico-paziente è un'idea affascinante, che ci porta molto avanti", spiega il presidente dell'Ordine dei medici di Torino Guido Giustetto, secondo cui questo progetto "è il bello da cui ripartire nella relazione medico-paziente".
 
Giustetto si è anche soffermato sul tema della salute mentale dei medici citando "una recente inchiesta dello Studio Piepoli a livello nazionale. I medici che lamentano di essere in una situazione di stress sono oltre il 70%. L'11% dei medici ha un disturbo emozionale, quasi per tutti del sonno, e sono in terapia". Per i medici "il tema più pesante è la sofferenza interiore, il non fare bene il proprio lavoro".

Secondo Profumo, il museo dovrà diventare anche "un centro di ricerca, di innovazione. I musei del futuro saranno un elemento centrale della crescita della società". Profumo si è rivolto agli altri attori dietro all'iniziativa 'Cultura di Base', chiedendo se in futuro "ci fosse una possibilità di un'attenzione ai bambini all'interno di questo progetto", tenendo presente anche il calo delle nascite che ha caratterizzato tutta Italia negli ultimi anni. "Sarebbe bellissimo estenderlo ai bambini", ha commentato il Dg della Asl Città di Torino Carlo Picco rispondendo alla sollecitazione di Profumo. Tra sei mesi verrà fatto un primo punto sui risultati dell'iniziativa.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati