SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


In Piemonte servono 80 operatori per la raccolta del sangue

Dall'incontro tra la Direzione regionale, la Struttura regionale di coordinamento trasfusionale ed alcuni rappresentanti delle associazioni dei donatori di sangue è emersa una carenza di personale sanitario impegnato nella raccolta di sangue ed emocomponenti

30 settembre 2021

TORINO - Dalla Regione Piemonte arriva l'appello agli operatori sanitari per la raccolta di sangue. Infatti, dall'incontro tra la Direzione regionale, la Struttura regionale di coordinamento trasfusionale ed alcuni rappresentanti delle associazioni dei donatori di sangue è emersa una carenza di personale sanitario impegnato nella raccolta di sangue ed emocomponenti. A segnalarlo sono le associazioni.

La carenza è stimata intorno alle 80 unità tra medici e infermieri ed è dovuta principalmente alle attività urgenti legate alla pandemia Covid. L'assessore alla Sanità Luigi Icardi lancia dunque un appello al personale sanitario per richiamare l'attenzione su questa criticità che, si legge nella nota della Regione, "con il passare del tempo rischia di diventare una vera e propria emergenza". Chiunque fosse interessato a rispondere all'appello può rivolgersi al servizio trasfusionale più vicino, oppure contattare Avis Piemonte o Fidas.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati