SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Alzheimer, a Campobasso un nuovo centro per i malati

Inaugurata la nuova sede di Campobasso del 'Caffè d'Enrichetta' e centro d'ascolto 'Non ti Scordar di Me', con un simbolico taglio del nastro operato proprio dal primo cittadino. Il sindaco Roberto Gravina: "Implementa qualitativamente l'offerta di servizi per la cura della persona"

21 settembre 2021

ROMA - Alla Cittadella dell'Economia a Selva Piana, l'associazione molisana Malati d'Alzheimer (Amma), alla presenza di monsignor Giancarlo Maria Bregantini, del sindaco di Campobasso, Roberto Gravina e dell'assessore alle Politiche Sociali, Luca Praitano, ha inaugurato la nuova sede di Campobasso del 'Caffè d'Enrichetta' e centro d'ascolto 'Non ti Scordar di Me', con un simbolico taglio del nastro operato proprio dal primo cittadino.

Il presidente dell'Amma, Antonio D'Ambrosio, accompagnando le autorità presenti nella visita dei locali del centro, ha sottolineato che "questo che oggi inauguriamo è un luogo della città dove possiamo coltivare con maggiore fiducia e speranza progetti espressamente dedicati ai malati di Alzheimer. In questo centro diurno, abbiamo la possibilità di sperimentare un progetto pensato con la collaborazione e il sostegno del Comune di Campobasso, che vede l'uso della teleassistenza, della teleprevenzione e della telemedicina".

"Il centro - ha spiegato il primo cittadino - è frutto di una collaborazione con l'Amma che di certo porta a implementare qualitativamente l'offerta dei servizi di cura alla persona messi in campo da parte del Comune di Campobasso”. "Si tratta di un progetto che inseguiamo e seguiamo con interesse da diverso tempo - ha aggiunto Praitano - che dimostra quanto ci stiamo dando da fare come Amministrazione sui temi socio sanitari. La nostra collaborazione e il nostro dialogo in questo senso, anche con l'Asrem, continuerà ad essere intenso e propositivo".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati