SuperAbile






In Salute e ricerca

Notizie


Accompagnare i malati terminali: al via il corso della Caritas per i volontari a Bolzano

Incrementare il numero dei volontari capaci di stare accanto ai malati terminali: è l’obiettivo che si pone la Caritas, che con il suo servizio Hospice, attivo in provincia da 20 anni, forma e coordina coloro che intendono accompagnare le persone nella fase finale della loro vita. Il corso a partire dal 10 novembre: 84 ore di lezione, 30 di tirocinio guidato

15 settembre 2017

ROMA – L’assistenza e l’accompagnamento ai cosiddetti “malati terminali” non si può improvvisare: occorrono motivazione, competenze e preparazione. In altre parole, formazione. Di questo si occupa la Caritas di Bolzano, con il suo servizio Hospice, attivo in provincia da oltre 20 anni, formando e coordinando i volontari incaricati dell’accompagnamento di persone nella fase terminale della loro vita, del sostegno ai loro familiari e alle persone in lutto. Le richieste per tale servizio sono attualmente in continuo aumento: provengono dai servizi del territorio per accompagnamenti a domicilio, dai centri di cure palliative, lungodegenze, case di riposo e coinvolgono indifferentemente persone e famiglie di madre lingua tedesca e italiana.
 
Consapevole della necessità di incrementare il numero dei volontari forniti di un’adeguata e specifica formazione, il servizio Hospice organizza per persone disponibili e motivate a farsi coinvolgere in questa esperienza altamente gratificante un nuovo corso in lingua italiana per prepararli al compito di accompagnatori di malati terminali.
 
Il corso, che partirà venerdì 10 novembre, è articolato su 84 ore di lezione, tra seminari pratici e lezioni teoriche, oltre ad un periodo di tirocinio guidato di 30 ore. Le lezioni si terranno presso la sede Caritas di via Cassa di Risparmio 1 a Bolzano, nei fine settimana. I tirocini si svolgeranno, invece, presso le strutture residenziali in cui il servizio già opera. Gli approfondimenti teorici verranno affidati a professionisti operanti nel campo. “Le lezioni pratiche consistono, invece, in incontri di gruppo esperienziali e di approfondimento delle esperienze fatte. Tutti gli aspiranti volontari verranno accompagnati e guidati da esperti a riflettere su temi specifici relativi al servizio e miranti soprattutto all’acquisizione di competenze relazionali, assolutamente indispensabili per una valida formazione”, spiega Renato Decarli, collaboratore del servizio Hospice della Caritas.
 
 
Gli interessati a partecipare alle formazioni o a ricevere informazioni più dettagliate sono invitati a contattare entro il 6 ottobre il servizio Hospice della Caritas al numero telefonico 0471 304 370, il collaboratore Renato Decarli al tel. 331 17 49 200 o via mail a hospiz@caritas.bz.it.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati