SuperAbile






In Protesi e Ausili


Detrazione veicoli per persone con disabilità 2020

Circolare dell'Agenzia delle Entrate con la guida alla dichiarazione dei redditi delle persone fisiche relativa all'anno d'imposta 2019.

20 luglio 2020

L'Agenzia delle Entrate, con la Circolare dell'8 luglio 2020 n. 19, pubblica una guida con elencate le spese che dànno diritto a deduzioni dal reddito, a detrazioni d'imposta, crediti d'imposta e altri elementi rilevanti per la compilazione della dichiarazione dei redditi.
Per quanto riguarda le spese per l'acquisto di veicoli per persone con disabilità (pagina 57 della Circolare), la detrazione spetta per:
motoveicoli e autoveicoli, anche se prodotti in serie e adattati in funzione delle limitazioni permanenti delle capacità motorie;
motoveicoli e autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto di persone con disabilità intellettiva e relazionale di gravità tale da avere determinato il riconoscimento dell'indennità di accompagnamento e di persone con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputate;
autoveicoli, anche non adattati, per il trasporto dei non vedenti e sordi.
 
L'agevolazione, pari al 19 per cento della spesa sostenuta per l'acquisto, spetta ogni 4 anni salvo cancellazione (distruzione, rottamazione) dal Pubblico Registro Automobilistico. In caso di furto e non ritrovamento del mezzo, sarà possibile usufruire nuovamente dell'agevolazione, ma sottraendo dalla spesa di 18.075,99 euro il relativo rimborso assicurativo. Si può usufruire dell'intera detrazione per il primo anno, o si può optare per la ripartizione della stessa in 4 quote annuali di pari importo. La spesa massima sulla quale calcolare la detrazione è di 18.075,99 euro e per un solo veicolo.
Nel limite possono comprese anche successive spese di manutenzione straordinaria, sono escluse, quindi, le spese sostenute per gli interventi dovuti a normale usura del mezzo come pure i costi di esercizio quali, ad esempio, la tassa di possesso, il premio assicurativo, il carburante e il lubrificante. Le spese di manutenzione straordinaria del veicolo non possono essere rateizzate e devono essere indicate nella dichiarazione dei redditi relativa all'anno di sostenimento delle stesse.
La detrazione per l'acquisto di mezzi di locomozione nuovi o usati e degli eventuali adattamenti, spetta alla persona con disabilità o a chi lo ha fiscalmente a carico.
 
Oltre ai veicoli, nella Circolare sono elencate le seguenti altre spese che possono usufruire della detrazione o deduzione:
spese sanitarie per persone con disabilità (compresi i sussidi tecnici e informatici rivolti a facilitare l'autosufficienza e le possibilità di integrazione), pagina 53;
spese sostenute dai sordi per i servizi di interpretariato, pagina 154;
premi relativi alle assicurazioni finalizzate alla tutela delle persone con disabilità grave, pagina 165;
spese sostenute in favore dei minori o di maggiorenni con disturbo specifico di apprendimento (DSA), pagina 174;
spese mediche e di assistenza specifica per le persone con disabilità, pagina 207;
detrazione per le spese di mantenimento dei cani guida dei ciechi, pagina 366.
 
Per consultare il documento, cliccare su:
Circolare dell'8 luglio 2020 n. 19
 
Fonte: Agenzia delle Entrate
 
Immagine tratta da Pixabay.com/

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati