SuperAbile






In Protesi e Ausili

Notizie


Cerignola. Per gli ausili, c'è Cercat

Inaugurato a Cerignola il Cercat, il centro per l'esposizione, la ricerca e la consulenza sugli ausili tecnici. Organismo promosso dal Comune di Cerignola, il Cercat è finanziato dall'assessorato alle politiche Sociali della Regione Puglia

4 aprile 2011

ROMA - Sviluppare servizi finalizzati a compensare la disabilità o la carenza di autonomia attraverso ausili tecnologicamente avanzati, in esposizione permanente, studiati per consentire alla persona disabile motoria o sensoriale una migliore qualità della vita grazie proprio ad una maggiore autonomia: è questa la finalità di Cercat, il centro per l'esposizione, la ricerca e la consulenza sugli ausili tecnici inaugurato pochi giorni fa a Cerignola (via Urbe, angolo via La Spezia), in provincia di Bari. La sfida è quella di dotare la Puglia di un centro che prenda in carico la persona con difficoltà nel movimento e con difficoltà nelle funzioni e la sostenga nella ricerca, acquisizione ed uso degli ausili che il proprio stato richiede: tutto questo con la fondamentale e costante collaborazione della propria famiglia.

Organismo promosso dal Comune di Cerignola, il Cercat è finanziato dall'assessorato alle politiche Sociali della Regione Puglia attraverso il Piano operativo Fesr Puglia 2007-2013 e gestito da Escoop, cooperativa sociale europea.

A chi si rivolge? Cercat offre assistenza e servizio non solo ai disabili e alle loro famiglie in ordine alla personalizzazione e all'individuazione degli ausili, ma anche alle categorie professionali degli ingegneri e degli architetti per tutto ciò che attiene l'accessibilità degli spazi domestici e pubblici, nonché al sistema sanitario nazionale, per soddisfare i primari bisogni di autonomia di chi diviene disabile per incidente o anzianità, e alla società civile verso cui indirizzare campagne di informazione e sensibilizzazione relative agli ausili esistenti sul mercato o in fase di sviluppo.

Significativo, in tal direzione, il protocollo di collaborazione sottoscritto con l'Enea, il più importante ente di ricerca pubblico italiano, finalizzato a realizzare progetti di ricerca nazionali ed internazionali per lo sviluppo di tecnologie volte a migliorare la qualità della vita di persone con ridotta autonomia, a promuovere e diffondere le tecnologie sviluppate dall'Enea e da altri enti a livello internazionale, a scambiare informazioni relative alla ricerca e allo sviluppo di nuovi ausili a sostegno di soggetti con ridotta capacità sensoriale, cognitiva e motoria.

In accordo con Fiat Autonomy, Cercat ospita infine l'unico centro di mobilità per le regioni Molise, Puglia, Campania, Basilicata e Calabria. Dotato del Vcr - verificatore di capacità residue, Fiat Autonomy rende così possibile definire e calibrare il bisogno di ausili idonei a personalizzare l'allestimento dell'auto della persona con ridotta capacità motoria offrendo, così, un aiuto concreto per risolvere i problemi relativi alla guida: la possibilità di testare vetture multiallestite in un apposito spazio esterno per la prova e l'addestramento all'uso, completa il percorso di progettazione personalizzata.

(6 aprile 2011)

di d.marsicano

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati