SuperAbile







Oltre la cura

La scheda presenta alcune esperienze della regione Lombardia finalizzate a promuovere la fruizione del tempo libero e la qualità di vita delle persone con disabilità.

5 aprile 2016

 

"Spazio Vita" é il progetto avviato nel 2012 dall'ospedale Niguarda di Milano, fortemente voluto dall'AUS - Associazione Unità Spinale  e dall'ASBI - Associazione Spina Bifida Italia e diventato realtà dall'estate 2015.

Nell'idea iniziale "spazio vita" avrebbe dovuto essere un luogo perlopiù a supporto dei pazienti dell'Unità Spinale Unipolare che spesso, a seguito di un evento traumatico, si trovano ad affrontare un lungo percorso riabilitativo per conquistare una diversa autonomia e per integrarsi nuovamente nella vita sociale e lavorativa.

Oggi, "spazio vita" si pone in modo più ampio, offrendo la possibilità non soltanto agli ex-pazienti dell'Unità Spinale ma anche agli ex degenti del Niguarda, alle persone esterne con disabilità motoria e a tutti i cittadini che ne hanno bisogno la possibilità­­  di frequentare i corsi  e le proposte formative organizzate dalla struttura. Diversificata è dunque la gamma delle attività ludico-culturali: dall'arteterapia, alla pet-therapy; dalla musica, alla possibilità di cimentarsi nell'orticoltura e  nel giardinaggio; ed ancora cinema ed incontri su vari temi.

Inoltre, ad  Aprile 2016 è stata inaugurata una nuova attività che vede coinvolto l'Aero Club Adele Orsi di Calcinate, attività che consente alle persone con disabilità motoria di pilotare un aliante con un particolare kit. Per maggiori informazioni: http://www.spaziovitaniguarda.it/

Rimanendo in Lombardia ma spostandoci a Besozzo, in provincia di Varese, segnaliamo  La Nuova Brunella, il Centro Multiservizi per le Disabilità e la Famiglia inaugurato a settembre 2015. La struttura ha sede nel vecchio convento dei Frati Francescani ed è stata realizzata dalla Fondazione Renato Piatti, in collaborazione con Anffas Varese e Fondazione Istituto La Casa di Varese, a cui si è poi aggiunta la Direzione Sociale della Asl locale.

La Nuova Brunella unisce in un unico grande ambiente di circa 4.000 metri quadrati, sviluppati su cinque livelli, funzionalità diverse tra loro:  la riabilitazione precoce per l'infanzia e l'adolescenza dedicata, in particolare ai bambini con autismo (a partire dall'estate 2016); la residenzialità di persone con disabilità intellettive e relazionali; la formazione degli operatori che nel quotidiano seguono le persone con disabilità e le loro famiglie; la ricerca e sperimentazione scientifico-sociale; l'accoglienza, l'ascolto e l'accompagnamento delle famiglie con persone disabili e/o in condizioni di fragilità. Per informazioni  http://fondazionepiatti.it/

 

di Gloria Emili e Francesca Tulli

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati