SuperAbile






In Normativa e Diritti


Nuove modalità di acquisizione e revoca della cittadinanza italiana

La Circolare Ministero Interno 25 gennaio 2019, n. 666 ha fornito ulteriori chiarimenti sulle nuove norme introdotte dal Decreto Immigrazione e Sicurezza

5 marzo 2019

Il Decreto Legge n. 113/2018, convertito nella Legge n. 132/2018, prevede all'articolo 14 una serie di modifiche alla Legge n. 91/1992, che stabilisce le modalità di acquisizione e revoca della cittadinanza italiana.
 
La nuova normativa ha esteso a 48 mesi dalla data di presentazione della domanda il termine entro cui concludere i procedimenti di riconoscimento della cittadinanza, sia per matrimonio che per naturalizzazione. In precedenza, il termine era fissata in 24 mesi.
 
La nuova normativa ha introdotto una nuova ipotesi in cui la cittadinanza italiana acquisita dai cittadini possa essere revocata. Si tratta dei casi, in cui i cittadini rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale, cioè quando questi hanno riportato condanne per gravi reati commessi per finalità di terrorismo o di eversione.
 
La nuova normativa prevede che la concessione della cittadinanza italiana per matrimonio e per concessione di legge sia subordinata al possesso, da parte dell'interessato, di un'adeguata conoscenza della lingua italiana. Ciò vale per le domande presentate dal 4 dicembre 2018.
Sono escluse le persone che hanno sottoscritto l'accordo di integrazione e le persone titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo.
 
L'importo del contributo cittadinanza è passato dai precedenti 200 euro a 250 euro.



Immagine tratta da pixabay.com

di Gaia Carletti

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati