SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Pensione, “Opzione donna” solo per lavoratrici licenziate, caregiver o con invalidità

La novità è contenuta nella bozza della legge di Bilancio: anticipo pensionistico con 35 anni contributivi e 60 anagrafici, ma solo in presenza di uno dei tre requisiti. Anticipo di un anno per ciascun figlio

28 novembre 2022

ROMA – In pensione prima, ma solo se invalide, caregiver o licenziate: è quanto prevede la bozza della legge di Bilancio, in merito alla stretta sulla cosiddetta Opzione donna. In pensione con 35 anni di contributi e 60 anagrafici (non più 59) potranno andare solo le lavoratrici in possesso di uno uno dei requisiti: si calcola che l'anticipo pensionistico interesserà così appena 3 mila lavoratrici in un anno. Pare che sia prevista anche una riduzione di un anno per ciascun figlio, fino a un massimo di due.

In attesa del testo definitivo in arrivo alla Camera, la relazione illustrativa fa riferimento innanzitutto alle lavoratrici caregiver, che “assistono, al momento della richiesta e da almeno sei mesi, il coniuge o un parente di primo grado convivente con handicap in situazione di gravità ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge n. 104/1992, ovvero un parente o un affine di secondo grado convivente qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto i settanta anni di età oppure siano anch'essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti”.

Allo stesso anticipo pensionistico potranno accedere le lavoratrici che “hanno una riduzione della capacità lavorativa, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell'invalidità civile, superiore o uguale al 74 per cento” e le “lavoratrici licenziate o dipendenti da imprese per le quali è attivo un tavolo di confronto per la gestione della crisi aziendale presso la struttura per la crisi d’impresa”.

Si calcola che l'applicazione di questi requisiti ridurrà molto la platea delle donne che potranno accedere al pensionamento anticipato: in una tabella contenuta nella relazione, vengono riportati alcuni numeri. Tra il 2023 e il 2029, si stimano 3 mila uscite l'anno. Solo per il 2023, l'anno durante il quale usciranno le persone che hanno maturato i requisiti al 31 dicembre 2022, le lavoratrici coinvolte saranno 2.900.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati