SuperAbile






In Normativa e Diritti

Notizie


Genova, Bucci: nella nuova giunta tornerà l'assessore al sociale

Il primo cittadino prova così a spegnere una delle polemiche più calde della campagna elettorale: "L'assessorato lavora benissimo, Baroni era la persona più competente"

9 giugno 2022

GENOVA - "È chiaro che la delega al sociale sarà affidata a una persona che sarà un assessore". Lo annuncia il sindaco di Genova, Marco Bucci, a margine di una conferenza stampa in Camera di Commercio. Il primo cittadino prova così a spegnere una delle polemiche più calde della campagna elettorale. "Quello che è successo negli ultimi due anni è dovuto alle transizioni delle persone e al fatto che dobbiamo rispettare la legge e un requisito di genere da mantenere all'interno della giunta- dice il sindaco, spiegando perché nei rimpasti di giunta la delega al sociale è passata da un assessore a un consigliere comunale- ogni tanto devo levarmi un sassolino: nell'assessorato al sociale lavorano quasi 400 persone, l'assessorato al sociale lavora benissimo. Ha aumentato del 50% i finanziamenti e saliremo a 80 milioni. A me interessano le persone competenti: il consigliere Mario Baroni era la persona più competente che avevamo e quindi mi sembrava giusto affidare a lui il compito di fare queste cose".

Per Bucci, "dire che non abbiamo un assessore come se fosse il problema di Genova è veramente ridicolo, vuol dire mistificare e prendere in giro i genovesi perché in realtà ci siamo comportati molto meglio che tutti gli altri. Se dovessi ragionare sulla base dei risultati, dato il successo degli ultimi tre anni, dovrei dire che non facciamo più l'assessore. Sono polemiche strumentali, che lasciano il tempo che trovano. Chi semina vento, raccoglie tempesta".

Discorso simile vale per la delega alla Protezione civile, in questo caso affidata da inizio mandato al consigliere Sergio Gambino: "Scegliamo le persone più competenti, se sono in consiglio comunale o assessori fa poca differenza perché Genova ha bisogno di persone competenti e brave- ribadisce- il problema del consigliere è che non prende neanche stipendio: non voglio dire che abbiamo risparmiato dei soldi, ma pensate al valore di queste persone che si prendono un lavoro da fare senza stipendio. Dovremmo rispettarle molto di più".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati