SuperAbile







Inail 74% e contribuzione figurativa

invalidi del lavoro con invalidità, superiore al 74%, richiesta di liquidazione della pensione o del supplemento di pensione.

30 luglio 2020

La maggiorazione è utile ai fini del perfezionamento del requisito contributivo per il diritto e la misura della pensione. Tuttavia, per quanto riguarda la misura è utile soltanto nel calcolo delle quote di pensione calcolate con il sistema retributivo, mentre non assume rilevanza nel calcolo delle quote di pensione nel sistema contributivo oppure della pensione da liquidare esclusivamente con il sistema contributivo.

 Il beneficio consiste in due mesi di contribuzione figurativa, ai fini del diritto alla pensione, per ogni anno di lavoro fino ad un massimo di cinque anni. Per i periodi inferiori all'anno il beneficio è riconosciuto in misura proporzionale.

Pertanto, la maggiorazione è riconosciuta esclusivamente per periodi di attività lavorativa svolti in concomitanza con il possesso del requisito sanitario (invalidità superiore al 74% ).
Eventuali periodi, dove non sia stata svolta attività lavorativa non saranno considerati ai fini del beneficio.

Sebbene la normativa sia  entrata in vigore il 1° gennaio 2002, il beneficio si calcola dal momento in cui si è iniziata l’attività lavorativa in concomitanza con il requisito sanitario (Circolare INPS n. 29/2002 e Circolare INPS n. 92/2002)
 
Hanno diritto ad una maggiorazione contributiva (ai sensi dell’articolo 80, comma 3, legge 23 dicembre 2000, n. 388) tutti i lavoratori dipendenti pubblici e privati ai quali sia stata riconosciuta un'invalidità superiore al 74% , (vale a dire 75%),  e facciano parte delle seguenti categorie:
  • lavoratori invalidi civili con invalidità riconosciuta superiore al 74%;
  • lavoratori sordi civili; lavoratori invalidi di guerra e civili di guerra; invalidi per causa di servizio (nel rapporto di pubblico impiego e con infermità come da DPR 834/81 comprese nelle prime quattro categorie);
  • invalidi del lavoro con invalidità, superiore al 74%,  accertata e riconosciuta dall'INAIL.
L'attribuzione del beneficio è subordinata alla presentazione di domanda da parte degli interessati, al momento di richiesta di liquidazione della pensione o del supplemento di pensione, corredata dall'apposita documentazione; ossia, al momento del pensionamento.

Pertanto, il beneficio è riconosciuto su richiesta degli interessati contestualmente alla presentazione della domanda di pensione, corredata dalla documentazione che attesta la sussistenza delle condizioni sanitarie richieste dalla legge.

Per gli invalidi del lavoro  alla domanda deve essere allegata la relativa documentazione rilasciata dall'Inail attestante l’invalidità riconosciuta.

Periodi riconosciuti
L' anzianità contributiva del lavoratore viene maggiorata, ai fini del riconoscimento e della liquidazione della pensione, per un massimo di 5 anni:
  • di 2 mesi per ogni anno di attività prestata dal riconoscimento dell'invalidità;
  • di 1/6 per ogni settimana di lavoro svolto per periodi inferiori all' anno.
Quindi, per i periodi inferiori all’anno la maggiorazione dovrà essere calcolata in misura proporzionale, aumentando di un sesto il numero delle settimane di lavoro svolto (Circolare Inps n.29/02).
 
Dal calcolo vengono esclusi periodi coperti da contribuzione volontaria, figurativa o derivanti da riscatto non correlato ad attività lavorativa.
 
 
Per ulteriori informazioni
  • numero verde superabile 800.810.810.
  • dall'estero e da mobile al numero 06 455 39 607 (il costo della chiamata è legato al piano tariffario del gestore utilizzato)
  • scrivi all'esperto: superabile@inail.it
si informa che il Contact Center integrato SuperAbile Inail  è  anche multilingue


© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore
immagine tratta da pixabey.com

di Rosanna Giovedi

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati