SuperAbile







Lavoro, c'è posto per 74 persone con disabilità nelle Direzioni provinciali del Lavoro italiane

Avviso del ministero del Lavoro: 74 lavoratori con disabilità saranno assunti per coprire le quote obbligatorie stabilite dalla legge 68/99. In Emilia Romagna e Sardegna il maggior numero di posti. Non si deve presentare alcuna domanda: saranno seguite le singole liste provinciali del collocamento obbligatorio

8 giugno 2011

ROMA - Al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali stanno per arrivare 74 nuovi lavoratori con disabilità: prenderanno servizio nelle Direzioni provinciali del Lavoro di numerose città italiane e copriranno così le quote occupazionali obbligatorie derivanti dal dettato della legge 68/99 sull'inserimento lavorativo delle persone con disabilità. Il relativo avviso pubblico è stato reso noto dalla Direzione generale delle risorse umane ed affari generali del Ministero del Lavoro, che annuncia di aver dato avvio alle procedure per la richiesta, ai competenti Servizi provinciali per l'impiego lavoratori disabili, di avviamento a selezione di iscritti appartenenti alle categorie di cui all'art. 3 della legge n. 68/1999 per l'assunzione con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di operatore amministrativo gestionale (area II - fascia retributiva F1). E' richiesto il diploma di scuola secondaria di primo grado.

Questo significa che gli interessati non potranno e non dovranno inoltrare domande di partecipazione direttamente al ministero perché la selezione sarà effettuata sulla base dei nominativi che verranno comunicati dai "Servizi per l'impiego lavoratori disabili" competenti per territorio, in relazione alle graduatorie che questi ultimi predisporranno. Dei 74 posti, la parte del leone la fanno l'Emilia Romagna, dove si concentrano 17 di essi (5 solo a Bologna), e la Sardegna, dove a disposizione ci sono 14 posti (5 a Cagliari). Sono 7 i posti disponibili nelle Marche e 5 quelli da riempire in Lombardia (a Milano sono 2) e in Puglia. Quattro posti sono scoperti in ciascuna di queste regioni: Calabria, Campania, Abruzzo, Umbria, Toscana. Due posti ciascuno sono disponibili in Piemonte e Liguria, uno ciascuno in Molise e in Basilicata.

Il ministero informa che i candidati avviati dai competenti Servizi territoriali per l'impiego saranno sottoposti a prove selettive che non comportano valutazione comparativa e sono preordinate ad accertare l'idoneità a svolgere le mansioni del profilo nel quale avviene l'assunzione. I soggetti selezionati saranno assunti in servizio, previa verifica del possesso dei requisiti richiesti per l'accesso all'impiego presso la Pubblica Amministrazione.

(9 giugno 2011)

di d.marsicano

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati