SuperAbile







Le quote di riserva non si applicano ai concorsi per avanzamento di carriera

Le norme contenute nella legge 68/99, in tema di riserva di posti, si riferiscono alle assunzioni di persone disabili ai fini dell'adempimento dell'obbligo

12 maggio 2022

Le norme contenute nella legge 68/99, in tema di riserva di posti, si riferiscono alle assunzioni di persone con disabilità ai fini dell'adempimento dell'obbligo da parte dei datori di lavoro pubblici e non sono estensibili ai concorsi per passaggio di categoria e/o avanzamento di carriera. Lo sancisce la sentenza n. 190 del 3/11 Maggio 2006 della Corte Costituzionale.
 
L’antefatto
L’articolo 8/bis della legge n. 186/2004 prevedeva che le riserve di posti previste dalla legge n. 68/1999, si applicassero alle procedure concorsuali previste dall’art. 29 del Decreto Legislativo 165/2001, per il reclutamento dei dirigenti scolastici, incluse quelle per il conferimento degli incarichi di presidenza, di durata annuale, negli istituti e nelle scuole di istruzione secondaria, nei licei artistici e negli istituti d'arte.
La disposizione è stata impugnata dal Tar della Puglia su ricorso di alcuni docenti contro una graduatoria per gli incarichi dirigenziali nella scuola. 
Infatti, il Tar della Puglia, sezione distaccata di Lecce, con ordinanza del 6 ottobre 2005 ha sollevato – in riferimento agli artt. 3, 4, 38 e 97 della Costituzione – questione di legittimità costituzionale dell'art. 8-bis della legge n. 186/2004.
La Corte Costituzionale con sentenza n. 190 del 3/11 maggio 2006 ha dichiarato l’illegittimità dell’articolo 8-bis della legge n. 186/2004.

Le motivazioni della sentenza della Corte Costituzionale
I datori di lavoro, pubblici e privati, sono obbligati ad assumere una percentuale di dipendenti appartenenti alle categorie protette. Queste quote sono, però, in linea generale riservate ai disoccupati. L'articolo 8-bis della legge 186/2004, invece, prescindeva dal requisito della disoccupazione e introduceva una deroga valida solo per i dirigenti scolastici e per i presidi.
Dirigenti e presidi si sceglievano tra il personale già in servizio. Di conseguenza, in questo caso, la norma non garantiva alle persone con disabilità un sostegno per l'ingresso nel mondo del lavoro, ma un'agevolazione nella progressione di carriera, successiva all'assunzione.
L'articolo 38, comma 3, della Costituzione dispone che le persone con disabilità hanno diritto all'avviamento professionale. Dunque, sono favoriti nell'accesso alle attività professionali e nell'inserimento lavorativo. Ma la stessa Costituzione, agli articoli 3 e 97, prevede che la progressione in carriera dei dipendenti pubblici avvenga nel rispetto dei principi di eguaglianza e di imparzialità, sulla base della valutazione della preparazione e delle esperienze professionali.
Nel bilanciare gli interessi in gioco (solidarietà da una parte, uguaglianza e merito dall'altra), la Costituzione consente la prevalenza del principio di solidarietà su quelli di uguaglianza e merito per quanto riguarda l'accesso al lavoro, ma non nella progressione in carriera delle persone con disabilità già occupate. Di conseguenza, la legge ordinaria che, oltre a favorire l'accesso delle persone con disabilità al lavoro, ne agevola la carriera, comprime in modo irragionevole i principi di eguaglianza e merito, a danno dell'efficienza e del buon andamento della Pubblica Amministrazione.
 
Normativa di riferimento
  • Legge 12 marzo 1999, n. 68: "Norme per il diritto al lavoro dei disabili";
  • Legge 27 luglio 2004, n. 186: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 maggio 2004, n.136, recante disposizioni urgenti per garantire la funzionalità di taluni settori della pubblica amministrazione. Disposizioni per la rideterminazione di deleghe legislative e altre disposizioni connesse” - art. 8/bis abrogato dalla sentenza della Corte Costituzionale 190/2006;
  • Corte Costituzionale - sentenza n. 190 del 3/11 maggio 2006.
© Copyright SuperAbile Articolo liberamente riproducibile citando fonte e autore
Immagine tratta da pixabay.com

di Alessandra Torregiani

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati