SuperAbile







Lombardia, 72 morti sul lavoro in 6 mesi: le sigle incalzano sugli ispettori

La Cgil all'assessora Letizia Moratti: "Assunzioni bloccate dal 2018, la Corte dei conti chiede lumi"

30 settembre 2022

MILANO  - A fronte di 72 morti sul lavoro in Lombardia fino a giugno scorso certificati da Inail, ci sono stati dodici incidenti da inizio mese, a settembre cioè, di cui 5 mortali. Ed è di ieri la notizia dell'ennesimo, grave infortunio occorso ad un operaio nella provincia di Brescia. Oggi dalle 17 l'assessore al Welfare lombardo Letizia Moratti ha convocato un tavolo di confronto con le sigle sindacali.

"Ci sono degli impegni che Regione Lombardia si era presa per quanto riguarda il rafforzamento dei servizi ispettivi, nel 2018-19 e nel 2020-2021, anche con capitoli di spesa", racconta alla 'Dire' Massimo Balzarini della Cgil regionale. "La Corte dei Conti chiede ora a che punto siamo con le 91 assunzioni previste nel 2018-19 e quelle successive. Quelli tra l'altro sono capitoli di spesa che- osserva il sindacalista- la legge prevede siano usati per il reclutamento di personale". Come fa presente Balzarini, il numero di ispezioni nei cantieri "sta calando perché negli anni della pandemia hanno usato i tecnici della prevenzione per i tracciamenti", adesso però è ora di mantenere gli impegni promessi.

"Noi ci aspettiamo queste risposte perché sono mesi che attendiamo", sottolinea l'esponente Cgil, che avanza anche un altro tema: la formazione per queste figure ispettive, da concordare con una stipula tra atenei e Palazzo Lombardia. "Abbiamo chiesto che la Regione si faccia promotore di un tavolo con le università per avviare una formazione: il tavolo è stato avviato, ma anche questo è partito un anno fa senza avere più riscontro: i corsi universitari per formare quel tipo di professione sono lunghi anni, quindi anche su quel fronte occorre sbrigarsi, con la Regione che deve attivarsi da subito in modo tale che le Università possano portare a compimento il progetto". Alla domanda se Moratti abbia avuto un'iniziale interlocuzione con le sigle prima dell'incontro di quest'oggi, la risposta è categorica. "L'interlocuzione con lei non c'è stata, e lei oggi ha convocato oltre a noi tecnici anche i segretari generali: un segnale politico forte, però- rimarca Balzarini- deve darci risposte".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati