SuperAbile







“Accanto a te”, oggi il seminario per discutere degli interventi a favore dei familiari delle vittime degli infortuni sul lavoro gravi e mortali

L'incontro è promosso dal Contact center integrato SuperAbile. Si inizia dalle 10.00 presso l’Auditorium Inail di Piazzale Pastore. Disponibile anche in diretta streaming

contenuti correlati

19 luglio 2022

ROMA – Difficilmente le cronache degli infortuni mortali e degli incidenti gravi sul lavoro parlano del dolore delle famiglie. Ci sono i fatti, l’accertamento delle responsabilità, i processi. A volte emerge la rabbia delle famiglie per una tragedia che si poteva molto spesso evitare, ma raramente o quasi mai si pensa al trauma che segna la vita dei familiari. Il seminario “Accanto a te – L’intervento dell’Inail a sostegno di lavoratori e familiari negli infortuni gravi e mortali” (Auditorium Inail, Piazzale Giulio Pastore 6, Roma – 19 luglio ore 10.00-13.00) presenta strumenti, destinatari e interventi messi in campo dall’Istituto attraverso il racconto partecipato di alcune realtà territoriali. Il seminario, a cui apportano un contributo anche esponenti del mondo accademico, sanitario e dell’informazione, ha l’ulteriore obiettivo di attivare un’officina aperta all’analisi delle problematiche riscontrate, alla risoluzione delle stesse e alla standardizzazione delle buone pratiche per rendere il servizio fruibile in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale.
 
Dal 2011 il “Regolamento per l’erogazione di dispositivi tecnici e di interventi di sostegno per il reinserimento nella vita di relazione” contempla la possibilità di realizzare progetti a supporto dei familiari dei lavoratori vittime di infortunio. L’attuale “Regolamento per l’erogazione degli interventi per il recupero funzionale della persona, per l’autonomia e per il reinserimento nella vita di relazione” del dicembre 2021 non solo ribadisce tale impegno, ma estende la platea dei beneficiari degli interventi per il reinserimento nella vita di relazione anche alle persone unite civilmente e ai conviventi. Accanto ai lavoratori ci sono le realtà territoriali e le assistenti sociali dell’Inail, in prima linea nel cercare di dare una risposta al trauma, all’angoscia, al dolore, allo smarrimento dei familiari.

Come si svolge l’incontro

L’incontro, moderato dalla dirigente dell’Ufficio II Direzione centrale Prestazioni socio-sanitarie, Pamela Maddaloni, e dalla coordinatrice del magazine “SuperAbile Inail”, Antonella Patete, è introdotto dal direttore centrale Prestazioni socio-sanitarie, Antonella Onofri, con i saluti istituzionali del presidente dell’Inail Franco Bettoni e del presidente CIV Inail Guglielmo Loy. A seguire gli interventi di Rosario Di Sauro, psicologo clinico, psicoterapeuta e docente universitario, Roberta Lisi, giornalista di “Collettiva”, piattaforma web della Cgil sui temi del lavoro, Fabiola Ficola, direttore regionale Inail Emilia Romagna, Enza Scarpa, direttore regionale Inail Veneto, Anna Maria Pollichieni, direttore regionale Inail Toscana, Giuseppe Gigante, direttore regionale Inail Puglia, dei funzionari amministrativi e socio-educativi Mariolina Purificato, Tobias Voltan, Luisa Favilli, Daniela Casamassima e dello psichiatra e presidente del Collegio nazionale dei Dipartimenti di Salute mentale, Angelo Fioritti. Conclude la giornata l’intervento del direttore generale dell’Inail, Andrea Tardiola.

È possibile seguire il seminario in diretta streaming su www.inail.it e live su Twitter. Disponibile la traduzione in Lis (lingua italiana dei segni) e la sottotitolatura degli interventi.

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati