SuperAbile







Lavoro, nel Friuli nuovi appalti senza massimo ribasso e dumping

Rosolen: “Non significa abbassare qualità dell’occupazione. Credo che sottoscriverlo in un momento come questo sia ancora più importante, garantendo che non vince il massimo ribasso, ma il miglior rapporto qualità-prezzo”

15 giugno 2021

ROMA- No al massimo ribasso e al dumping contrattuale e sociale; sì al miglior rapporto tra qualità, sicurezza e prezzo; sì a valorizzazione dei livelli occupazionali, anche per le persone disabili, e del curriculum infortunistico, contributivo e contrattuale dell'azienda. Sono i punti forti del "Protocollo d'intesa in materia di concessioni di appalto di lavoro, forniture e servizi", promosso dall'assessorato al Lavoro del Friuli Venezia Giulia e firmato oggi nel palazzo della Regione a Trieste da tutti i sindacati, le organizzazioni di categoria della regione, dall'Anci, le Commissioni regionali Abi e pari opportunità e la Consulta dei disabili. Il documento prevede, oltre all'inserimento negli appalti dei 'requisiti di qualità', un gruppo di confronto tecnico sugli appalti, di cui faranno parte Regione, amministrazioni locali, sindacati e associazioni di categoria firmatari, che affiancherà l'Osservatorio regionale sui contratti pubblici e gli Osservatori contrattuali paritetici. Gli stessi firmatari inoltre eseguiranno un monitoraggio sull'attuazione della programmazione degli appalti, sull'applicazione delle clausole, oltre ad elaborare criteri di "valutazione tipo", e criteri di controllo e vigilanza. Secondo l'assessore regionale al Lavoro, Alessia Rosolen, il protocollo permetterà di velocizzare tutto il processo degli appalti. Ma precisa: "Per noi velocizzare non significa diminuire la qualità del lavoro e dell'occupazione. Credo che sottoscriverlo in un momento come questo sia ancora più importante, garantendo che non vince il massimo ribasso, ma il miglior rapporto qualità-prezzo". L'assessore sottolinea infatti che vengono recepite le modifiche al codice appalti nazionale già proposte. "Penso che il tema più scottante- aggiunge-, quello del massimo ribasso sia stato accantonato, e sia stata invece messa in evidenza la necessità di accelerare tutte le pratiche amministrative e burocratiche, e la verifica degli aspetti tecnici più importanti legati alla qualità, che noi all'interno dell'appalto abbiamo inserito".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati