SuperAbile







Trasporto scolastico

Il trasporto scolastico per gli alunni e studenti con disabilità costituisce un supporto essenziale alla frequenza scolastica.

8 luglio 2022

Al momento dell'iscrizione a scuola, la famiglia dell'alunno con disabilità deve segnalare la necessità del trasporto, in modo da procedere immediatamente per attivare l'ente locale di riferimento.

La competenza del trasporto gratuito da casa a scuola e viceversa è a carico del Comune di residenza dell'alunno o Comune capofila in caso di piani di zona, per la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado.
Per la scuola secondaria di secondo grado, l'articolo 139 comma 1 lettera c del Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 112, attribuiva le competenze per servizi di supporto organizzativo del servizio di istruzione (compreso il trasporto scolastico) alle province. Con la soppressione di queste, prevista dall'articolo 1 comma 89 della legge 7 aprile 2014, n. 56, la Legge di stabilità 2016 (art. 1 comma 947 Legge 28 dicembre 2015, n. 208) attribuisce alle regioni il compito di garantire il trasporto scolastico, a decorrere dal primo gennaio 2016, a meno che queste non abbiano già deliberato le nuove competenze alle città metropolitane o ai comuni, anche in forma associata.

La Legge 28 dicembre 2015 n. 221 prevede la figura del mobility manager scolastico, individuato tra il personale docente, con il compito di organizzare e coordinare gli spostamenti casa-scuola-casa del personale scolastico e degli alunni, che dovrà segnalare all'Ufficio Scolastico Regionale eventuali problemi legati al trasporto degli alunni e studenti con disabilità.
 

Riferimenti normativi

Protocollo d'intesa tra Ministero dell'istruzione e Ministero della salute 2022
(Il Protocollo prevede la costituzione di un comitato e la formazione di gruppi di lavoro specifici ai quali potranno partecipare esperti del mondo della scuola, dell'università, della sanità e delle associazioni);

Legge 30 dicembre 2021 n. 234 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024);

Nota del 30 novembre 2021 n. 29452 (Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2022/2023)

Atto di indirizzo del 16 settembre 2021 (Atto di indirizzo concernente l'individuazione delle priorità politiche che orienteranno l'azione del Ministero dell'istruzione per l'anno 2022 e per il triennio 2022-2024)

Decreto del 4 gennaio 2021 n. 2 (Atto di indirizzo concernente l'individuazione delle priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2021);

Nota del 12 novembre 2020 n. 20651
(Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2021/2022);

Legge 6 giugno 2020 n. 41 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato);

Atto di indirizzo delle priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2020 (Diramato l'Atto di indirizzo politico-istituzionale del 7 febbraio 2020 n. 2, che individua le priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2020, con le relative aree di intervento aggiornate ed integrate);

Decreto Legislativo 7 agosto 2019 n. 96 (Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, recante: «Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107»);

Firmato il decreto per l'assistenza per l'autonomia e la comunicazione 2019 (Firmato il 31 luglio 2019, il dpcm di riparto dei 100 milioni stanziati per le Regioni a statuto ordinario per l'assistenza per l'autonomia e la comunicazione personale e il trasporto degli studenti con disabilità fisiche o sensoriali);

Intesa Stato Regioni del 17 aprile 2019 (Fondo per l'autonomia e la comunicazione e trasporto scolastico per gli alunni con disabilità fisica o sensoriale 2019);

Corte Costituzionale. Sentenza dell'11 aprile 2019 n. 83 (Il finanziamento pluriennale del fondo regionale per l'assistenza agli alunni con disabilità deve essere sempre garantito dallo Stato perché strumentale all'erogazione di servizi che attengono al nucleo essenziale dei loro diritti);

Decreto Legislativo del 13 aprile 2017 n. 66 art. 3 comma 5 lettera b (Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107);

Sentenza della Corte Costituzionale 19 ottobre 2016 n. 275 (Depositata il 16 dicembre 2016, il diritto allo studio e all'educazione degli alunni con disabilità non può essere finanziariamente condizionato in termini assoluti e generali);

Legge 28 dicembre 2015 n. 221 art. 5 comma 6 "problemi legati al trasporto degli alunni con disabilità" (Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali);

Legge 28 dicembre 2015 n. 208 art. 1 comma 947 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. Legge di stabilità 2016);

Legge 7 aprile 2014 n. 56 art. 1 comma 89 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni);

Legge 3 marzo 2009 n. 18 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità);

Intesa tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali del 20 marzo 2008 art. 4 (Intesa in merito alle modalità e ai criteri per l'accoglienza scolastica e la presa in carico dell'alunno con disabilità);

Consiglio di Stato. Decisione dell'11 dicembre 2007 n. 2631 (Depositata il 20 maggio 2008, trasporto con assistenza anche alle scuole secondarie di secondo grado);

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità del 13 dicembre 2006 artt. 9 e 24;

Legge 8 novembre 2000 n. 328 art. 19 (Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali);

Decreto Legislativo 31 marzo 1998 n. 112 art. 139 (Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli enti locali, in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59);

Legge del 5 febbraio 1992 n. 104 artt. 12 e 26 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate);

Legge 8 giugno 1990 n. 142 art. 27 (Ordinamento delle autonomie locali);

Sentenza Corte Costituzionale del 3 giugno 1987 n. 215 (Giudizio di legittimità costituzionale dell'art. 28 della legge 30 marzo 1971 n. 118);

Legge 30 marzo 1971 n. 118 art. 28 (Conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5 e nuove norme in favore dei mutilati ed invalidi civili);

Immagine tratta da Pixabay.com/

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati