SuperAbile







Collaboratori scolastici (ex bidelli)

Il collaboratore scolastico è parte significativa del processo di integrazione scolastica degli alunni con disabilità, partecipa al progetto educativo individuale dell’alunno e collabora con gli insegnanti e la famiglia.

14 giugno 2022

Le mansioni svolte dai collaboratori scolastici per gli alunni con disabilità, secondo la normativa vigente, consistono nel prestare servizio di ausilio materiale nell'accesso alle aree esterne alle strutture scolastiche e nell'uscita da esse. Inoltre prestano assistenza all'interno della scuola anche nell'uso dei servizi igienici e nella cura dell'igiene personale, compreso il cambio dei pannolini (cfr. Sentenza Corte di Cassazione 30 maggio 2016 n. 22786).

Il Dirigente Scolastico deve dare l'incarico ad un collaboratore e ad una collaboratrice scolastica (rispettivamente per alunni o alunne con disabilità non autosufficienti), che hanno frequentato un corso specifico di aggiornamento, al termine del quale acquisiscono il diritto ad un aumento di stipendio di circa mille euro lordi l'anno, che rientra nella base pensionabile. In caso di assenza del collaboratore scolastico, il Dirigente deve convocare un supplente per garantire la indispensabile assistenza agli alunni con disabilità per il diritto allo studio costituzionalmente garantito.

La Legge 13 luglio 2015 n. 107 prevede l'obbligo di formazione in servizio per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, rispetto alle specifiche competenze, sull'assistenza di base e sugli aspetti organizzativi ed educativo-relazionali relativi al processo di integrazione scolastica.
 

Riferimenti normativi

Piano scuola 2021/22
(Prosecuzione, nell'anno scolastico 2021-2022, delle attività scolastiche, educative e formative nelle istituzioni del Sistema nazionale di istruzione a seguito della cessazione dello stato di emergenza da Covid-19);

Decreto Ministeriale del 31 marzo 2022 n. 82 (Adozione del "Piano per la prosecuzione, nell’anno scolastico 2021-2022, delle attività scolastiche, educative e formative nelle istituzioni del Sistema nazionale di istruzione a seguito della cessazione dello stato di emergenza da Covid-19");

Legge 30 dicembre 2021 n. 234 (Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2022 e bilancio pluriennale per il triennio 2022-2024)

Nota del 30 novembre 2021 n. 29452 (Iscrizioni alle scuole dell'infanzia e alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2022/2023);

Atto di indirizzo del 16 settembre 2021 (Atto di indirizzo concernente l'individuazione delle priorità politiche che orienteranno l'azione del Ministero dell'istruzione per l'anno 2022 e per il triennio 2022-2024)

Decreto del 4 gennaio 2021 n. 2 (Atto di indirizzo concernente l'individuazione delle priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2021)

Legge 6 giugno 2020 n. 41 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato);

Decreto-legge 19 maggio 2020 n. 34 (Misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonchè di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19);

Atto di indirizzo delle priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2020 (Diramato l'Atto di indirizzo politico-istituzionale del 7 febbraio 2020 n. 2, che individua le priorità politiche del Ministero dell'istruzione per l'anno 2020, con le relative aree di intervento aggiornate ed integrate);

Decreto Legislativo 7 agosto 2019 n. 96 (Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, recante: «Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107»);

Disposizioni integrative e correttive al Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 66 (Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri sulle disposizioni integrative e correttive al Decreto Legislativo 13 aprile 2017 n. 66, recante "Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della Legge 13 luglio 2015 n. 107");

Decreto Legislativo del 13 aprile 2017 n. 66 (Norme per la promozione dell'inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107);

Corte Suprema di Cassazione. Sentenza del 30 maggio 2016 n. 22786 (Competenze dei collaboratori scolastici per cambio di pannolini a bambina con disabilità);

Legge 13 luglio 2015 n. 107 art. 1 comma 181 lettera c punto 8 (Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti);

Legge 3 marzo 2009 n. 18 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità, con Protocollo opzionale, fatta a New York il 13 dicembre 2006 e istituzione dell'Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità);

Intesa tra il Governo, le Regioni e gli Enti locali del 20 marzo 2008 art. 4 (Intesa in merito alle modalità e ai criteri per l'accoglienza scolastica e la presa in carico dell'alunno con disabilità);

Contratto Collettivo Nazionale dei Lavoratori Comparto Scuola del 29 novembre 2007 (art. 47 comma 2, in dettaglio Area A);

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità del 13 dicembre 2006 (artt. 7 e 24);

Nota del 30 novembre 2001 n. 3390 (Assistenza di base agli alunni in situazione di handicap);

Legge 5 febbraio 1992 n. 104 (Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate).

Linee guida per l'integrazione scolastica degli alunni con disabilità.

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati