SuperAbile







Accoglienza scolastica degli studenti ucraini esuli

Pubblicata sul sito del Ministero dell'istruzione una sezione dedicata all'accoglienza degli studenti ucraini.

27 aprile 2022

Disponibile dal 6 aprile 2022 sul sito del Ministero dell'istruzione, la sezione dedicata all'accoglienza degli studenti ucraini, con indicazioni e risorse per consentire ai bambini e ai ragazzi in fuga dalla guerra di proseguire il loro percorso scolastico ed educativo nel sistema italiano.
La pagina web, in continuo aggiornamento, si articola in quattro sezioni:
"I Documenti del Ministero", con tutti i documenti ufficiali sull'accoglienza degli alunni e degli studenti ucraini;
"Materiali per l'accoglienza e l'apprendimento", con contributi per la formazione dei docenti e spunti per la riflessione pedagogica e didattica nelle scuole;
"I racconti", per raccogliere le storie degli alunni e degli studenti accolti e quelle delle scuole che hanno aperto le loro porte;
"Le notizie utili", con le ultime news relative ai temi affrontati nel sito.
 
L'azione di coordinamento fra istituzioni e mondo del terzo settore ha prodotto uno sforzo importante in termini di accoglienza in Italia dei profughi ucraini, fra i quali almeno 400 persone con disabilità.
Si tratta di spunti in parte derivanti da precedenti esperienze di integrazione di studenti provenienti da contesti diversi o maturate in occasione di emergenze.
Con modalità flessibili e in relazione al contesto è possibile che per gli studenti profughi, accanto alla scuola italiana, venga valutata la possibilità di offrire percorsi di istruzione in lingua ucraina, coerenti con gli studi interrotti, mediante il digitale a distanza, con mediatori culturali o con docenti ucraini suggeriti dagli Enti Locali. La barriera linguistica costituisce il primo ostacolo all'azione educativa che la scuola è chiamata a svolgere, in particolare nella fase di accoglienza, supporto e socializzazione.
La gravità e la repentinità degli eventi occorsi non possono non aver determinato, soprattutto sui più piccoli, ricadute traumatiche che necessitano di adeguato supporto psicologico. A tal fine, le scuole potranno impiegare i fondi destinati dall'art. 1, comma 697, della Legge 30 dicembre 2021, n. 234, per fornire assistenza psicologica anche agli studenti e alle famiglie ucraini il cui disagio connesso all'emergenza epidemiologica è stato pesantemente aggravato dagli eventi bellici patiti. E' in corso di perfezionamento il provvedimento di assegnazione alle istituzioni scolastiche statali delle risorse in parola.
Per quanto riguarda l'inserimento a scuola degli alunni ucraini, il Ministero dell'istruzione ritiene utile il riferimento alla Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 in tema di bisogni educativi speciali (BES) e ai chiarimenti forniti con la Nota del 22 novembre 2013 n. 2563, si prevede quindi, per gli studenti neoarrivati in Italia da Paesi di lingua non latina, la definizione di un Piano didattico personalizzato (PDP) e l'attivazione di percorsi personalizzati, oltre che l'adozione di strumenti compensativi e misure dispensative.
 
Segnaliamo anche l'attivazione da parte dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), grazie all'accordo siglato tra il Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR) e la Protezione Civile, per il sostegno e l'accoglienza della popolazione ucraina con disabilità, nelle cui fila vi sono molti malati rari.
L'accordo, per quanto riguarda l'Istituto Superiore di Sanità, ha il suo perno nel Telefono Verde Malattie Rare (TVMR) 800896949, gratuito sul territorio italiano da telefono fisso e mobile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 che, su segnalazione della Protezione Civile, si rende disponibile a garantire una connessione tempestiva con la Rete Nazionale delle malattie rare al fine di individuare velocemente la disponibilità di posti letto/ricovero per specifiche patologie nelle strutture ospedaliere di tutte le regioni d'Italia.
 
Per ulteriori informazioni, cliccare su:
Emergenza educativa Ucraina
 
Altri riferimenti:
Nota del 14 aprile 2022 n. 781 (Accoglienza scolastica per gli studenti ucraini. Indicazioni operative)
 
Nota del 24 marzo 2022 n. 576 (Studenti profughi dall'Ucraina. Contributi alla riflessione pedagogica e didattica delle scuole)
 
Nota del 4 marzo 2022 n. 381 (Accoglienza scolastica degli studenti ucraini esuli. Prime indicazioni e risorse)
 
Nota del 22 novembre 2013 n. 2563 (Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali. A.S. 2013/2014. Chiarimenti.)
 
Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 (Strumenti d'intervento per alunni con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l'inclusione scolastica)
 
Fonte: Ministero dell'istruzione

di Antonello Giovarruscio

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati