SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Milano, sul trasloco della scuola di via del Vivaio udienza il 2 dicembre

È fissata per il 2 dicembre 2022 prossimo l'udienza pubblica di merito sul ricorso presentato da alcuni genitori della scuola media specializzata in alunni disabili di via del Vivaio contro il trasferimento in via D'Annunzio deciso dal Comune di Milano...

18 luglio 2022

MILANO - È fissata per il 2 dicembre 2022 prossimo l'udienza pubblica di merito sul ricorso presentato da alcuni genitori della scuola media specializzata in alunni disabili di via del Vivaio contro il trasferimento in via D'Annunzio deciso dal Comune di Milano. Lo ha deciso la terza sezione del Tar Lombardia nella camera di consiglio di ieri (Italo Caso, presidente, Stefano Celeste Cozzi, consigliere, Roberto Lombardi, consigliere estensore) esaminando la richiesta di sospensiva del provvedimento avanzata da alcuni genitori di alunni che frequentano la scuola media di proprietà della Fondazione Istituto dei ciechi di Milano, il cui affitto non è più ritenuto sostenibile da Palazzo Marino.

Il 4 aprile scorso in aula la vicesindaco con delega all'Istruzione, Anna Scavuzzo, replicando alle opposizioni di centrodestra contrario al trasloco aveva ricordato che la legge 78 del 2010 impone alle amministrazioni, in ottica di contenimento della spesa, di reperire nel proprio demanio immobili da utilizzare per contenere i fitti passivi. I giudici amministrativi in sostanza hanno rinviato il verdetto a fine anno, ritenuto- recita il dispositivo di ieri- "che le esigenze cautelari dei ricorrenti sono adeguatamente tutelabili mediante la sollecita definizione del giudizio nel merito" e che "in particolare, la decisione dell'amministrazione competente di non trasferire l'attuale sede scolastica di via Vivaio prima del gennaio 2023, unitamente alla necessità, implicitamente ravvisata anche dal Comune resistente, di operare il suddetto trasferimento una volta conclusi i lavori nella nuova sede, hanno l'effetto di sterilizzare il periculum allegato dai ricorrenti almeno fino al 31 dicembre 2022".

A favore del rinvio al merito secondo la terza sezione del Tar Lombardia (che ha compensato le spese del ricorso fino ad oggi) anche il fatto che, "peraltro, la stessa difesa comunale ha evidenziato l'ulteriore necessità di verificare, prima del definitivo trasferimento, 'se la nuova sede presenti criticità tali da renderla non fruibile'.

Il rinvio all'udienza di merito è già una vittoria dei genitori secondo la Lega. "Apprendiamo che il Tar ha accolto l'istanza dei genitori della Scuola di via Vivaio per impedire il trasferimento dell'Istituto dei Ciechi in altra sede", dichiarano Stefano Bolognini, commissario provinciale e Deborah Giovanati, vicecapogruppo del Carroccio a Palazzo Marino. "E' un'ottima notizia e supportiamo pienamente questa sacrosanta iniziativa. Restiamo comunque sconcertati di fronte a questa situazione, in cui, a causa della cecità del sindaco Sala e della sua vicesindaco Scavuzzo, i genitori con figli con disabilità sono stati addirittura costretti ad adire il Tribunale per far valere i propri diritti".

I genitori, concludono Bolognini e Giovanati "chiedono solamente che i propri figli possano continuare a frequentare i propri percorsi di apprendimento nell'edificio di via Vivaio che, peraltro, possiede tutte le caratteristiche di edilizia scolastica per rispondere alle necessità dei ragazzi".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati