SuperAbile






In Istruzione

Notizie


Minori, garante della Calabria: l'assistenza educativa sia gestita dal Miur

"Penso sia arrivato il momento di muoversi affinché il servizio di assistenza educativa venga gestito direttamente dal ministero dell'Istruzione e non già da regione e comuni". Così il garante per l'Infanzia e l'adolescenza della regione Calabria

24 settembre 2019

ROMA - "Penso sia arrivato il momento di muoversi affinché il servizio di assistenza educativa venga gestito direttamente dal ministero dell'Istruzione e non già da regione e comuni". Così il garante per l'Infanzia e l'adolescenza della regione Calabria Antonio Marziale, per il quale "è questa la strada per superare i tanti intoppi che sono sotto gli occhi di tutti, con troppi comuni gravemente inadempienti, alcuni dei quali non hanno ancora provveduto alla liquidazione delle spettanze dovute al personale che ha già prestato la propria opera di assistenza dal mese di febbraio scorso. Coinvolgo la Conferenza nazionale dei garanti in questa battaglia di diritti e di civiltà, che necessariamente deve trovare soluzione di ordinarietà".

Marziale ha incontra a Palazzo Campanella, sede del Consiglio regionale a Reggio Calabria, una nutrita di assistenti educativi, ai quali non è stato affidato il servizio in coincidenza con l'apertura dell'anno scolastico. "Sono nette le responsabilità degli Enti locali che riguardano non solo la Calabria. Ma, mentre queste hanno corretto il tiro da noi si continua ad assistere ad un riprovevole rimpallo di responsabilità tra politici amministratori e dirigenti amministrativi, che determina - ha concluso Marziale - un ritardo di operazioni che toccano nel profondo i diritti fondamentali dei bambini con disabilità, da considerarsi indiretta discriminazione a tutti gli effetti".

Commenti

torna su

Stai commentando come



Procedure per

Percorsi personalizzati